Sociale

Varedo: domenica castagne e vin brulè per la raccolta fondi

Torna a Varedo l'appuntamento autunnale con le caldarroste in un evento organizzato dall'associazione Amici della Castagnata per raccogliere fondi

Varedo-festa patronale2-mb

A Varedo l’appuntamento autunnale con le castagne si avvicina. Al via l’ottava edizione organizzata dagli “Amici della castagnata” in collaborazione con Avis Varedo e Croce Rossa .
L’evento patrocinato dal comune di Varedo, si svolgerà domenica 29 ottobre presso il piazzale del mercato, in via Rebuzzini a partire dalle 10 fino alle 19.

Una domenica passata all’insegna della convivialità e del divertimento per tutte le famiglie dove bancarelle, stand agro-alimentari, caldarroste, torte e vin brulè saranno i protagonisti della giornata. Per i più piccoli ci saranno anche le giostre. A deliziare, invece, i partecipanti più adulti il raduno delle storiche Fiat 500.

Da quasi 30 anni presente sul territorio, l’associazione “Amici della Castagnata” si è contraddistinta per sensibilità al sociale raccogliendo fondi da devolvere in beneficenza. La scorsa edizione, infatti, ha visto destinati 1500 Euro a favore dell’Azienda Speciale Consortile di Desio. Quest’ultima ha potuto così sostenere un cittadino di Varedo mediante un  tirocinio part-time di 20 ore settimanali dalla durata di 4 mesi.

Inoltre ci sarà anche l’Avis di Varedo. “Il sangue è un elemento fondamentale della vita – dichiara Felice Marzorati, consigliere Avis. Per noi ogni evento rappresenta una semina sul territorio che poi raccogliamo nei mesi successivi grazei ai nuovi iscritti“.

La sensibilizzazione e l’impegno saranno però accompagnati da golose novità.  Zucchero filato e palloncini per i più piccoli e una degustazione di vini friulani per i soci  più grandi, attendono coloro che visiteranno lo stand Avis.

Una domenica diversa dalle altre dove poter cogliere l’occasione di stare assieme e celebrare la convivialità di un evento sensibile al sociale tra castagne, buon cibo e tanto divertimento.

castagnata-Varedo-Avis-amici-della Castagnata-mb

Massimo Chisari

 

 

 

commenta