24 Settembre 2021 Segnala una notizia
Tallio: sale il bilancio, ricoverati anche marito della deceduta e badante

Tallio: sale il bilancio, ricoverati anche marito della deceduta e badante

3 Ottobre 2017

Il marito della donna deceduta per avvelenamento da tallio e la badante dei suoi genitori, il padre è morto ieri pomeriggio, la madre è in condizioni critiche, sono stati ricoverati a Desio per lo stesso motivo.

Si tratta di un 64 enne di Nova Milanese e di una badante cinquantenne, rispettivamente il marito di Patrizia Del Zotto, 62 enne deceduta per avvelenamento dal medesimo metallo pesante ieri all’alba, poche ore prima del padre Giovanni Battista, 92 anni, anche lui ucciso presumibilmente dalla stessa intossicazione (gravata da patologie pregresse) e della collaboratrice domestica che vive presso la famiglia.

Il 64 enne e la cinquantenne sono stati stati ricoverati a seguito degli accertamenti tossicologici svolti su tutto il nucleo familiare resistente a Nova Milanese, dal Cav di Pavia. Nel sangue dell’uomo e della badante, asintomatici fino ad oggi, è stata riscontrata un’alta concentrazione di tallio. Sale quindi a cinque componenti della stessa famiglia su otto, sei con la collaboratrice familiare, il bilancio dell’avvelenamento su cui indagano i carabinieri di Desio, in collaborazione con quelli di Latisana (Udine), dove la famiglia era stata in vacanza fino a fine agosto.

Resta ricoverata in condizioni critiche l’87enne moglie di Del Zotto, mentre sembrano migliorare quelle della secondogenita, di 58 anni, anche lei ricoverata.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi