26 Luglio 2021 Segnala una notizia
Vimercate, Palazzo Trotti gremito per l'ultimo saluto a Claudio Corno

Vimercate, Palazzo Trotti gremito per l’ultimo saluto a Claudio Corno

28 Ottobre 2017

Cortile di Palazzo Trotti gremito per l’ultimo a Claudio Corno. Venerdì pomeriggio  27 ottobre si è svolta la cerimonia pubblica in onore dell’ex assessore, deceduto qualche giorno fa in Spagna per un malore improvviso, a 69 anni.

Claudio Corno, geologo di fama ed ex assessore al fianco dell’ex Primo cittadino Enrico Brambilla, è stato ricordato dalle tantissime persone intervenute, grazie alle parole di Brambilla, del sindaco Francesco Sartini, degli amici e in particolare del figlio Guido, che ha rivolto commoventi parole in memoria del padre.

Tanti anche i rappresentanti delle istituzioni accorsi per onorare la sua memoria, nonché amici e parenti, che lo hanno commemorato ricordandolo come una persona ottimista e appassionata, dedita al bene comune, in particolare all’ambiente.

dig

«Claudio era un profondo conoscitore della città – ha raccontato Brambilla – Sono contento di averlo avuto al mio fianco come assessore, ma soprattutto come amico. Mancheranno la sua saggezza, l’equilibrio, la capacità di guardare avanti con coraggio».

«Ho avuto modo di incrociare Claudio pur non avendolo conosciuto direttamente – ha aggiunto il sindaco Francesco Sartini – Era un uomo appassionato, competente. È grazie al suo lavoro che sono state seminate quelle politiche ambientali per cui noi oggi ci battiamo, al di là degli orientamenti politici. Mancherà, era una persona preziosa per la comunità: tutto ciò che faceva lui, era una garanzia».

Anche Mariasole Mascia, capogruppo del Pd in Consiglio comunale lo ha ricordato, indicandolo come suo punto di riferimento per la crescita politica e personale.

dig Oltre ai tanti amici che hanno raccontato di lui aneddoti più intimi che hanno messo in luce l’uomo oltre al personaggio pubblico, il figlio Guido ha sottolineato i suoi tre grandi amori: la scienza, il mondo come luogo da scoprire e la famiglia. «Il suo amore per me è stato esempio e forza, mi ha sempre sostenuto e cercato di comprendere, accompagnandomi me, mia sorella Carolina e mia madre in maniera discreta ma presente».

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi