29 Luglio 2021 Segnala una notizia
Addio a Gino Bacci, giornalista livornese adottato da Monza

Addio a Gino Bacci, giornalista livornese adottato da Monza

30 Ottobre 2017

Livorno e Monza le sue due città, l’Italia sportiva il suo pubblico, che ne ammirava le competenze tecniche, il linguaggio forbito col suo riconoscibilissimo accento toscano e l’imparzialità nei giudizi. Si è spento oggi nel capoluogo brianzolo Gino Bacci. Colpito da un infarto, a metà ottobre, era stato ricoverato all’Ospedale San Gerardo. Avrebbe compiuto 81 anni il prossimo 25 dicembre. Il destino ha voluto che il giornalista tosco-lombardo se ne andasse proprio di domenica, il giorno dedicato al calcio per antonomasia, e proprio a poche ore dagli eclatanti successi per 3-0 del suo Livorno sul Pro Piacenza e del Monza, squadra per cui simpatizzava per onor di residenza, in casa della Robur Siena. Proprio la vittoria dei biancorossi ha permesso agli amaranto tirrenici di scavalcare i corregionali bianconeri in testa alla classifica. Sembra davvero che dove l’anima di Bacci è andata si sia già data molto da fare per indirizzare il Girone A di Serie C secondo i suoi desideri…

Giornalista dal 1961, Bacci si avviò alla professione a Il Tirreno, il quotidiano della sua città. Nel 1966 si trasferì a Torino per lavorare a Tuttosport, testata per cui seguì come inviato i Mondiali di calcio dal 1974 al 1994 e che gli diede grande notorietà. Il successo lo raggiunse però con le trasmissioni televisive da “bar sport”, dove veniva chiamato ancora fino a 3 settimane fa come opinionista. Tra l’altro era passato anche al Processo di Aldo Biscardi, scomparso di recente. Tra i primi ad esprimere cordoglio per la morte di Bacci l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, livornese di nascita come lui, che ha twittato: “Addio a Gino Bacci, pioniere del giornalismo sportivo, un vanto per la nostra #Livorno”. Il sito ufficiale del Livorno lo ha ricordato così: “L’A.S. Livorno Calcio e tutto lo sport livornese ed italiano piangono la scomparsa del grande giornalista livornese e tifoso dell’Unione Gino Bacci. Gino è stato per lunghi anni cronista del Tirreno, poi firma prestigiosa di Tuttosport e commentatore televisivo in Rai ed in emittenti private. Aveva collaborato a lungo anche con il mensile ufficiale della società amaranto. Alla famiglia di Gino Bacci giungano le più sentite condoglianze di tutta la Società A.S. Livorno Calcio. Ciao Gino, per sempre amico del Livorno!”. Proprio alla sua città aveva dedicato alcuni libri da lui scritti: “Livornesi. Un secolo di calcio amaranto”, “Livornesi brava gente” e “I grandi di Livorno”. Ma dalla sua penna erano usciti anche altri libri: “Un uomo in trincea” dedicato all’allenatore Marcello Lippi, “Vita da Inter”, biografia dell’ex presidente nerazzurro Massimo Moratti, “Il premier e il mister” sull’impegno sportivo dell’ex presidente del Milan, e del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi.

“Ginone” Bacci era ormai un monzese d’adozione. Era venuto a vivere in città molti anni fa (adesso abitava in via Silvio Pellico 24). Negli anni ’80 era tra le firme di punta de Lo Sportivo, settimanale di sport della Brianza che lanciò diversi giovani giornalisti tra cui Alberto D’Aguanno, scomparso improvvisamente 11 anni fa, quando lavorava a Mediaset. Molto legato al presidente dell’ex Fiera di Monza, Luigi Moretti, scriveva per Realtà Brianza, la rivista della Finidam, e nel 2007 si era candidato alle elezioni comunali per il Movimento indipendente per la democrazia e l’autonomia, presieduto proprio da Moretti e che sosteneva la candidatura a sindaco di Marco Mariani, raccogliendo 38 preferenze. Lo scorso 6 giugno era intervenuto alla “Serata sullo sport a Monza: criticità e nuove proposte” organizzata dalla lista Monza con Maffè. Faceva anche parte della giuria del Premio giornalistico Angelo Corbetta (istituito dall’Unione società sportive di Monza e Brianza), di cui aveva vinto la terza edizione nel 1995. Inoltre era stato fondatore, ed era consigliere, del Conservatorio di arti e tradizioni alimentari.

I funerali si terranno martedì alle ore 9.30 a Monza, nella chiesa parrocchiale di Regina Pacis.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi