Quantcast
Villa Traversi: centinaia di migliaia di euro i danni stimati. Ma il fuoco c'è ancora - MBNews
Attualità

Villa Traversi: centinaia di migliaia di euro i danni stimati. Ma il fuoco c’è ancora

Prime stime dei danni a 24 ore dall'incendio di Villa Traversi: oltre mille metri quadrati di tetto andati distrutti. Il Sindaco emette ordinanza d'urgenza per inagibilità. Cinquanta gli uomini impegnati oggi per spegnere alcuni focolai.

villa traversi danni interno ph vermondo busnelli

Si parla di diverse centinaia di migliaia di euro e di circa mille metri quadrati di tetto andato perso: questa la stima dei danni (non ancora ufficializzati) a Villa Traversi il giorno dopo il violento incendio che ha tenuto con il fiato sospeso per l’intera giornata i medesi (e non solo).

Un danno davvero enorme per la città che perde parte di uno dei suoi gioielli più preziosi proprio a pochi giorni da Ville Aperte in Brianza, evento che, come ogni anno, accoglie migliaia di turisti e visitatori pronti a scoprire la storia dei comuni del territorio.

Secondo le prime indiscrezioni, l’incendio sarebbe scaturito da un cucinotto sito nel sottotetto (le indagine sono ancora in corso): un rogo che ha trovato libera uscita a causa delle travi in legno, probabilmente di vecchia data, che hanno fatto da apri strada alle fiamme che in poco tempo hanno intaccato gran parte della parte nord della villa, utilizzata dalla famiglia Traversi come dimora.

Da facebook - ph di Carlo Sironi

Da facebook – ph di Carlo Sironi

Per i pompieri il lavoro è stato lungo e difficile ma, fortunatamente, a parte delle ustioni di piccola entità alla mano e al polso per l’avvocato Antona Traversi, nessuno è stato gravemente ferito.

Salva anche la parte museale e la biblioteca: grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco, Meda, può ancora andare orgogliosa degli oltre quattrocento manoscritti e libri antichi custoditi nella villa e dei moltissimi affreschi di grande valore storico che sono riusciti a scampare alle fiamme. “

Per un medese di nascita, ma penso anche per chi semplicemente ha avuto contatto con #meda, quel che è accaduto  alla Villa Traversi rappresenta un dolore profondo – fa sapere Andrea Terraneo, consigliere comunale – “La Villa” , rappresenta al meglio il patrimonio storico-artistico del nostro Comune. Ognuno lega un ricordo importante al sito: chi ha festeggiato un compleanno o chi ha convogliato a nozze; a chi é stato semplicemente ospite di eventi e ricorrenze. L’augurio é che la Villa Traversi torni presto a quello scenario incantevole che solo chi ha avuto il piacere di visitarla può ricordare”.

villa traversa danni ph vermondo busnelliL’incendio è stato domato, non senza difficoltà, dai pompieri in oltre dieci ore di lavoro, trovandosi costretti anche a calarsi a testa in giù a causa del tetto pericolante che lo rendeva inagibile.

Intanto, il sindaco Luca Santambrogio ha già emesso un’ordinanza d’urgenza che ha stabilito l’inagibilità della struttura, soprattutto nella parte interessata al rogo. A ventiquatt’ore di distanza, però, il lavoro non è ancora terminato perché pare ci siano ancora dei piccoli focolai da spegnere e che, senza un intervento rapido, potrebbero far ripartire l’incendio.

Mentre i vigili sono ancora al lavoro, una cinquantina gli uomini impegnati, il web si riempie di foto di Villa Antona Traversi: non solo Meda, ma anche Seveso, Seregno, Desio e molti altri comuni limitrofi, si uniscono al dolore di questa perdita. In molti, per esempio, attendevano con ansia il 17 settembre per poterla visitare in occasione, appunto, di Ville Aperte e tanti altri ricordano invece il grande splendore della villa in occasione del loro matrimonio o di un compleanno trascorso proprio all’interno di quelle mura.

“Belvedere”, la zona residenziale di Villa Antona Traversi andata distrutta dalle fiamme, tornerà sicuramente a splendere ma ancora non è dato sapere quando potranno partire i lavori di recupero: c’è chi sostiene ci vorranno diversi anni prima di vederla tornare alla sua originale bellezza e e chi, invece, fa polemica sul livello troppo basso di messa in sicurezza di un patrimonio artistico e culturale di così alto valore. Per i medesi, si legge nei tanti commenti lasciati nelle ultime ore, Villa Traversi “l’è cumé ul domm” e sarebbe un peccato doverne fare a meno.

commenta