Quantcast
Monza, arriva la nuova iniziativa "I giovedì dell'arte" - MBNews
Cultura

Monza, arriva la nuova iniziativa “I giovedì dell’arte”

Giovedì 5 ottobre presso la Sala del Decanato a Monza, arriva il primo appuntamento del ciclo di conferenze di Storia dell'Arte, promosse dalla Delegazione Fai di Monza.

Monza-Piazza-Duomo

La Delegazione Fai di Monza, nell’ambito delle sue iniziative culturali, promuove l’organizzazione di incontri di Storia dell’Arte con interventi di importanti studiosi per sensibilizzare il pubblico alla ricchezza del patrimonio culturale del territorio di Monza e della Brianza, nell’arco di diversi secoli di storia, incoraggiandone la tutela e la conoscenza.

Il taglio degli interventi si propone divulgativo, in modo da incontrare l’interesse di un ampio pubblico, con approcci nuovi e inediti, ma sempre all’insegna della piacevolezza e della curiosità della conoscenza, presentando, lungo circa quindici secoli di storia dell’arte, i grandi committenti, i complessi storico-artistici, le opere di valore straordinario contemplate nel territorio brianteo.

Il ciclo di conferenze prevede 12 incontri gratuiti moderati da Roberta Delmoro, curatrice della parte scientifica.

Gli appuntamenti avranno luogo presso la Sala del Decanato in Piazza Duomo 8 a Monza il giovedì; non è necessaria alcuna prenotazione.

Partendo dall’Alto Medioevo, con una lezione sull’oreficeria e sul prezioso Tesoro custodito ancora a Monza nel Museo del Duomo (relatrice la prof.ssa Chiara Maggioni), passando per la pittura giottesca e post giottesca in Brianza nell’età dei Visconti, la prima tranche del ciclo approda all’età tardogotica con una lezione sull’età di Filippo Maria Visconti e una presentazione di Anna Lucchini del prestigioso cantiere di restauro della cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza (2009-2014).

 

Il calendario dei I ciclo, ottobre-novembre

Giovedì 5 ottobre, ore 18,30

Prof.ssa Chiara Maggioni, Docente di Storia dell’Oreficeria, Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici, Università Cattolica di Milano

Il Tesoro del Duomo di Monza tra età longobarda e carolingia

Il Tesoro del Duomo di Monza è tra i più insigni dell’Occidente europeo per numero e pregio di cimeli altomedioevali ancora conservati.

Le prime, eccezionali donazioni sono legate alla regina longobarda Teodolinda e al re d’Italia e poi Imperatore del Sacro Romano Impero Berengario del Friuli. Un affascinante viaggio al cuore pulsante della storia di Monza.

Giovedì 19 ottobre, ore 18,30

Prof.ssa Ilaria Bruno, Soprintendenza, Responsabile per i beni storico-artistici delle Province di Como, Lecco, Monza

Attorno all’anno Mille: il Romanico in Brianza

Nei secoli tra la fine dell’età carolingia e il dominio visconteo, Monza e la Brianza sono territorio di complesse vicende storiche testimoniate dai monumenti di Galliano, Agliate e Civate. All’arte e all’architettura intorno all’anno Mille è dedicata la seconda conferenza, che restituisce l’idea di una Brianza alto medievale.

Giovedì 9 novembre, ore 18,30

Dott. Paolo Di Simone, assegnista di ricerca in Storia dell’Arte, Università degli Studi di Chieti “G. D’Annunzio”

Gli Oratori viscontei della Brianza e la pittura del Trecento in Lombardia

Tra i più significativi monumenti della pittura trecentesca in Italia spiccano i cicli ad affresco degli Oratori di Solaro, Lentate e Mocchirolo.

La conversazione sarà dedicata alla storia degli edifici e al significato religioso, politico-ideologico e culturale dei dipinti, luminosi esempi di committenza nobiliare nella Lombardia della seconda metà del XIV secolo.

Giovedì 30 novembre, ore 18,30

Dott.ssa Roberta Delmoro, dottore di ricerca in Storia dell’Arte Moderna, La Sapienza, Università di Roma

Prof.ssa Anna Lucchini, restauratrice diplomata OPD, docente, Accademia di Belle Arti di Brera

La Cappella di Teodolinda: storia e restauro

L’incontro sarà dedicato alla scoperta del ciclo decorativo tardogotico più sfarzoso e meglio conservato della Lombardia. Scrigno di ori che dispiega le gesta della regina dei Longobardi, la cappella di Teodolinda è riflesso delle ambizioni dei Visconti e del culto dei Monzesi, oggetto di recenti, importanti restauri.

 

commenta