20 Giugno 2019 Segnala una notizia
Alessio Tavecchio Onlus: ripartirà il percorso per l’orto solidale?

Alessio Tavecchio Onlus: ripartirà il percorso per l’orto solidale?

11 Settembre 2017

Ben quattromila metri quadrati di terreno da destinare ad un orto solidale. E’ questo il nuovo progetto dell’associazione monzese Alessio Tavecchio Onlus: “nell’attesa di concretizzare il progetto di un centro polifunzionale integrato, abbiamo deciso di valorizzare parte del terreno di proprietà in zona Palalper a Monza, destinandolo alla realizzazione di un orto solidale e didattico per disabili, studenti, richiedenti asilo e anziani con il coinvolgimento dei cittadini, delle cooperative, delle scuole, degli enti pubblici e delle associazioni presenti sul territorio – fa sapere, attraverso la sua pagina facebook, proprio Alessio Tavecchio – gli obiettivi del progetto sono: coltivare le relazioni all’interno del quartiere attraverso la cura di uno spazio comune, favorire la socializzazione e l’inclusione di soggetti svantaggiati e disabili, educare al rapporto con la terra, l’ambiente e un’alimentazione più sana e sostenibile (l’ormai famoso kilometro zero) attraverso l’orto didattico”. Un progetto che, per quanto bello, attualmente si trova in una situazione di stand-by a causa del recente cambiamento amministrativo che ha rallentato un po’ le pratiche.

Alessio Tavecchio

Se con l’amministrazione Scanagatti, la Onlus di Alessio Tavecchio, ha sempre trovato un “muro di gomma” (queste proprio le parole usate), oggi, con l’arrivo in comune del nuovo sindaco Dario Allevi ci sono buone speranze: “Almeno c’è dialogo – ci dice Alessio – cosa che prima era inesistente: entro fine mese dovremmo sapere se ci verrà affiancato un tecnico comunale. Per ora, ci viene detto solo che stanno valutando dei profili”. L’orto solidale della Onlus di Alessio dovrebbe nascere in zona Palalper, in uno spazio di ben quattromila metri quadrati, ovvero ciò che resta utilizzabile di quei diecimila che nel 2006 erano stati acquistati dalla Fondazione grazie alle varie  donazioni raccolte: “su quel terreno ci volevamo costruire il nostro Open Village: un centro polifunzionale di riabilitazione, formazione e sostegno a persone con disabilità, con annesso anche una Residenza per Anziani – continua Alessio Tavecchio – ma, senza alcuna reale spiegazione, l’allora amministrazione Scanagatti aveva deciso di appropriarsi di 8 mila metri quadrati di nostra proprietà, rendendoli spazio verde (una boscaglia in realtà, specifica) perché secondo loro quella zona non era idonea alla realizzazione del nostro progetto”.

open village alessio tavecchio onlus

Nasce così l’idea, e la voglia, di far fruttare almeno ciò che di quel terreno è rimasto, con un progetto comune che potesse coinvolgere più persone possibili: privati, piccoli produttori, cooperative, scuole, anziani. Da marzo 2016 però, mese in cui la Fondazione si è aggiudicata il bando per la realizzazione del progetto con un fondo stabilito di 35mila euro in opere, ad oggi, niente si è più mosso. Il sospetto, secondo Alessio, è che questi soldi in realtà non ci siano o meglio: “la giunta Scanagatti aveva portato avanti il progetto del bilancio partecipativo, stanziando 1 milione di euro per sostenere i vari progetti che andavano ad abbellire e migliorare i quartieri di Monza – spiega – soldi che secondo me, la nuova amministrazione, si è accorta non esserci. Ce ne saranno a disposizione forse meno della metà.

Insomma, la nostra idea dell’orto solidale è stata scaricata come una patata bollente nelle mani del sindaco Allevi”. Intanto, nonostante gli inghippi burocratici e amministrativi, la Fondazione Alessio Tavecchio, che ha come primo obiettivo quello di agire a favore delle disabilità, continua con forza ed entusiasmo il proprio lavoro con altre attività solidali: il prossimo appuntamento è per il 15 ottobre, in piazza Trento Trieste a Monza, con un evento sportivo aperto a tutti per gareggiare e competere con i grandi campioni paraolimpici. Lo stesso giorno, partirà anche la corsa benefica dei 5km.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Seveso, vandali colpiscono anche nel centro del paese

Questa volta la denuncia arriva da un condominio del centro: i residenti hanno firmato una petizione per chiedere un intervento alla Polizia Locale contro schiamazzi, sporcizia e vandalismo.

Monza, “Una notte italiana”: tutte le informazioni utili sui fuochi di San Giovanni

Lunedì 24 giugno tornano i fuochi d’artificio per la festa di San Giovanni: uno spettacolare racconto della bellezza italiana.

Sesso in cambio di denaro: prete ricattato da tre brianzoli. Arrestati

Un 23enne di Bernareggio, una coetanea di Seregno e un 29enne di Ronco sono accusati di avergli estorto più di 6mila euro

Piscine all’aperto in Brianza: ecco gli orari e i costi estivi

L'estate si avvicina ed il caldo si fa sempre più torrido, l'unica soluzione per chi resta in Brianza? Le piscine all'aperto!

Monza, incidente frontale in via Lecco: tre persone coinvolte

In seguito all'impatto avvenuto nella nota arteria cittadina una delle due macchine è finita rovinosamente contro il cordolo stradale.