Monza, ecco la nuova passerella ciclo pedonale di viale delle Industrie

Monza, ecco la nuova passerella ciclo pedonale di viale delle Industrie

Montata la passerella ciclo pedonale di viale delle Industrie. I lavori per la realizzazione dell’intervento da oltre 300mila euro che dovrebbe risolvere una volta per tutte il problema dell’incrocio fra via Salvadori e viale delle Industrie è entrato nella fase finale. In queste ultime ore gli operai della ditta titolare dell’appalto, messo a punto dalla precedente amministrazione di centro sinistra, hanno montato la passerella che dovrebbe assicurerà a ciclisti e pedoni un attraversamento in totale sicurezza quella che in passato i residenti della zona avevano ribattezzato “Rotonda killer”.

Da anni, l’incrocio è considerato come uno dei più pericolosi di tutta Monza. I residenti del quartiere Sant’Albino, uno dei più popolosi della città, hanno chiesto ripetutamente e con forza la realizzazione dell’opera. L’attraversamento di viale delle Industrie, una delle strade più trafficate della città, era diventata una vera e propria roulette russa, tanto che in passato non sono mancati gli incidenti anche mortali che hanno coinvolto pedoni e ciclisti. L’intervento è stato causa di frizioni e polemiche  fra i residenti e l’amministrazione a causa dei forti ritardi e dei diversi problemi di progettazione. Il progetto definitivo prevede l’eliminazione del semaforo, la definizione della rotonda a forma di fagiolo già in funzione da qualche tempo e, appunto, la passerella.

IMG_0553

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Riccardo Rosa

Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.