19 Settembre 2021 Segnala una notizia
Diciassettenne violentata a Desio, fermato un 22enne irregolare

Diciassettenne violentata a Desio, fermato un 22enne irregolare

31 Agosto 2017

La Procura di Monza ha sottoposto a fermo di indiziato delitto per violenza sessuale un 22 enne marocchino, irregolare sul territorio nazionale, ritenuto responsabile dell’aggressione ai danni di una 17 enne di origine africana, nel pomeriggio del 29 agosto scorso a Desio. Insieme a lui sono stati denunciati a piede libero per concorso in violenza sessuale anche altri tre ventenni nordafricani, anche loro irregolari in Italia.

L’hanno ingannata, forse raccontandole una bugia per convincerla ad andare con loro. E’ iniziata così la violenza ai danni di una 17enne residente in Brianza, nel pomeriggio di due giorni fa. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Desio che indagano sulla vicenda, la giovanissima sarebbe stata avvicinata dal 22 enne e dai suoi amici mentre aspettava il treno, all’interno della Stazione ferroviaria di Monza.

La ragazzina, da tempo affetta da problemi psicologici, ingenuamente avrebbe accettato l’invito del gruppetto a passare il pomeriggio insieme. Una volta arrivata all’interno di uno stabile abbandonato a Desio, sotto la minaccia di un coltello, la diciassettenne sarebbe stata ripetutamente violentata dal 22 enne. Approfittando di un attimo di distrazione del suo aggressore, la ragazza è riuscita a scappare fuori dalla struttura e a soccorrerla sono intervenuti alcuni cittadini sudamericani, fermo a chiacchierare lungo la strada. Tra i sei uomini identificati ieri nell’area dismessa, i carabinieri di Desio hanno individuato il 22 enne e i suoi tre amici, di 25 e 27 e 23 anni, tutti denunciati anche per inottemperanza per decreto di espulsione.

Sulla vicenda si è espresso anche l’onorevole Paolo Grimoldi, Lega Nord “l’ennesimo caso di violenza sessuale commesso da un immigrato clandestino che non avrebbe dovuto trovarsi sul nostro territorio da quasi due anni. L’aguzzino della 17enne violentata e Desio, da un 22enne marocchino irregolare, per cui era stato emanato decreto di espulsione il 13 dicembre 2015, e con gravi precedenti penali per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e reati contro il patrimonio”. Grimoldi dice di aver intenzione di scrivere al Ministro dell’Interno “la prossima settimana prossima depositerò un’interrogazione al ministro dell’Interno per sapere perché questo clandestino, questo criminale, fosse libero di girare indisturbato sul nostro territorio – scrive l’onorevole in una nota –  e perché il Viminale, e i suoi inutili Prefetti che fanno solo gli affitta-camere per immigrati, non facciano nulla per reperire ed espellere i 100mila clandestini che infestano la Lombardia, violando leggi e danneggiando il territorio lombardo e i suoi cittadini”. Infine Grimoldi ha aggiunto “vorrei poi chiedere alla signora Boldrini se ha nulla da dire a questa ragazza, a cui una sua ‘risorsa’ ha rovinato la vita…”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi