Quantcast
Cazzano: le campane troppo rumorose fanno infuriare i residenti - MBNews
Ambiente

Cazzano: le campane troppo rumorose fanno infuriare i residenti

Alla chiesa di Cazzano, Besana Brianza, i centodiciassette rintocchi della campane della domenica mattina fanno infuriare i residenti.

campana chiesa freeweb

L’Italia è conosciuta anche come il Paese dei mille campanili: niente di più bello, niente di più caratteristico. Però, a volte, il troppo stroppia, come si suol dire. Ed è quello che è successo nella piccola frazione di Besana Brianza, a Cazzano, dove la chiesa storica ha fatto aprire un vero e proprio dibattito tra i cittadini. La questione? I rintocchi delle campane. Per alcuni pare, sarebbero troppi e troppo rumorosi. La débacle è nata attraverso il web a seguito dello sfogo di un residente che, stanco della levataccia domenicale causa campanile, chiede una petizione per fermare questo “tormento”. Secondo alcuni cittadini, quelli più attenti e sensibili all’inquinamento acustico, pare che la chiesetta storica di Cazzano richiami i fedeli delle domenica mattina con beni cento rintocchi (sono centodiciassette, secondo i testimoni): oltre al richiamo alle celebrazioni della messa, infatti, si vanno ad aggiungere anche i tradizionali rintocchi delle ore. Insomma, per molti, la musica del campanile è diventato un vero e proprio strazio.

chiesa san clemente cazzano

 

Per altri, invece, non c’è cosa più bella del “rumore” delle campane che suonano: “meglio loro – si legge in alcuni commenti sul web – che il baccano dei bar durante le feste o nelle notti bianche di paese”. Lo sfogo, dunque, si è ben presto trasformato in una polemica che ha coinvolto molti cittadini anche dei comuni limitrofi: pochi quelli che appoggiano la petizione, anche solo per solidarietà, molti, invece, quelli che si oppongono. “La Chiesa è lì da sempre, dovevi pensarci prima di acquistare casa”, “se non ti sta bene cambia casa”, “oggi giorno ci si lamenta di tutto, anche del suono delle campane”. Questi i commenti più gettonati sulla pagina ufficiale di facebook che raccoglie le opinioni, i consigli e anche le lamentele di chi abita a Besana Brianza. Al momento, la replica del parroco di Cazzano non c’è. Ma la cronaca, a dire il vero, non è nuova a queste notizie. Il suono delle campane, infatti, se troppo alto e troppo fastidioso, rientra perfettamente in quello che viene definito inquinamento acustico ma non c’è una vera e propria regolamentazione che impone un certo numero di rintocchi e un certo livello di volume: ogni chiesa e ogni parroco fa da sé. Solo l’anno scorso, per esempio, a Villasanta un parroco era stato costretto a pagare una multa di duecento euro per aver “disturbato” alcuni residenti con il rintocchi troppo rumorosi e aveva dovuto anche risarcire una famiglia che per insonorizzare il proprio appartamento aveva sborsato oltre trentamila euro. Ora, è la volta di Cazzano. La proposta è stata fatta: un petizione per richiedere l’abbassamento del volume.

commenta