24 settembre 2018 Segnala una notizia
Lotta a depressione e dipendenze, ecco la soluzione rTMS

Lotta a depressione e dipendenze, ecco la soluzione rTMS

10 luglio 2017

Depressione, dipendenza da cocaina, gioco d’azzardo, alcol e tabacco. Tutti conoscono o hanno sentito parlare dei drammi umani, personali e familiari che spesso si nascondono dietro queste parole. Ma quando i SERD, la comunità e i farmaci non bastano per guarire, cosa si può fare? Una soluzione è rTMS (Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva) una terapia ambulatoriale ancora poco diffusa in Italia. Si tratta di uno strumento molto flessibile, applicabile a diverse patologie del sistema nervoso centrale, che agisce attraverso campi magnetici pulsati e concentrati in un’area di piccole dimensioni. Attraverso la stimolazione magnetica della corteccia cerebrale, cosa molto diversa dall’elettroshock, si osservano dei cambiamenti comportamentali che nel tossicodipendente e nel giocatore d’azzardo patologico consistono nella riduzione del craving (bisogno) per la sostanza (cocaina, alcol, tabacco). Ma cosa comporta rTMS? Durante il trattamento si rimane sempre consci e non si hanno effetti collaterali, tranne, in alcuni casi, un lieve fastidio nella zona di stimolazione. Ogni seduta ha una durata massima di 30 minuti, dopo i quali si può tornare subito alle proprie attività sociali e lavorative. La maggioranza dei pazienti riferisce che, già dalla prima settimana della terapia ambulatoriale, ha una notevole riduzione del craving, riprende la vita normale, riesce a pianificare e a riprendersi il tempo perduto. Gli effetti positivi della rTMS sono, quindi, tanti ed importanti. Rendere liberi i pazienti schiavi delle dipendenze, infatti, permette spesso di salvare situazioni per familiari difficili e, naturalmente, anche risolvere problemi legati ai debiti di gioco o all’acquisto di cocaina. Inoltre c’è da considerare la minore incidenza sugli incidenti stradali, spesso dovuti ad abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

rtms2-mb (Copia)

La platea di interessati a questo tipo di trattamento, basato sulla stimolazione magnetica transcranica ripetitiva, è ampia. Basti pensare che Rtms Italia, il cui direttore sanitario è un medico specialista come il Dr. Giorgio Corona, nei suoi due centri di Cagliari e Milano, ha un numero elevato di potenziali pazienti. Solo nell’hinterland del  capoluogo della Sardegna su una popolazione di 600mila abitanti, lo 0,8%  è composto da cocainomani ed un terzo, 1.600 persone, vorrebbe smettere. A Milano su una popolazione di 3 milioni di abitanti, c’è il 3%  di cocainomani con 30mila potenziali pazienti. Più in generale in Italia l’11% della popolazione soffre di  depressione, di cui un terzo non risponde ai farmaci ed è un potenziale paziente della rtms. Nei suoi centri, Rtms Italia cura per il 70%  dipendenti da sostanze e gioco e per il 30% depressi. Per chi soffre di depressione o è preda di dipendenze accettare di farsi curare è il problema principale. E’ difficile staccarsi da amicizie e situazioni legate alla dipendenza. Spesso scatta il meccanismo della vergogna, che si manifesta nell’ambiente di lavoro, nella famiglia e nella società. Tutto questo genera una lotta interiore con il desiderio di tornare ad uno stato di normalità e di essere nuovamente accettato in tutti i contesti di cui si fa parte. Per mettere a proprio agio i pazienti, allora, Rtms Italia garantisce un’assoluta privacy. Potenzialmente un paziente potrebbe eseguire un ciclo anche in totale segretezza.

rtms1-mb (Copia)

Scegliere questa nuova tecnica di stimolazione magnetica transcranica ripetitiva comporta, a volte, anche la necessità di superare un certo scetticismo. In particolare sui costi da sostenere, che possono sembrare alti, anche perché non soggetti a convenzione. In realtà, come riferiscono molti pazienti, il costo della terapia di Rtms Italia, comunque più basso rispetto a quelli dei competitor, è inferiore rispetto a quanto loro spendono nell’arco di pochi mesi in cocaina e gioco d’azzardo. A Cagliari il trattamento comporta una spesa di 2.000 euro (100 a seduta) per la depressione e di 3400 euro (100 a seduta) per le dipendenze. A Milano i costi sono più alti perché c’è un altro macchinario della Brainsway con casco bilaterale e stimolazione profonda. Per il fumo il trattamento è di 13 sedute (180€ l’una), per altre dipendenze sono 19 sedute (180€ l’una) e per la depressione 20 sedute (180€ l’una). La stimolazione magnetica transcranica ripetitiva può essere considerata dai pazienti un utile regalo a se stessi. I risultati, infatti, sono molto buoni. Il trattamento di Rtms Italia, che garantisce assistenza diretta da parte di personale specializzato, con un medico che risponde sempre alle chiamate, porta alla guarigione in 2 casi su 3. Un dato decisamente migliore rispetto alle terapie farmacologiche e alla comunità terapeutiche. Quale dono più bello esiste del tornare ad essere liberi e a vivere pienamente in famiglia, nella società e al lavoro?

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Monza e Brianza che fare questo weekend? Ecco gli eventi scelti per Voi!

Feste, eventi sportivi e culturali ... ecco la nostra selezione di eventi!

Ville Aperte: in arrivo il weekend clou con oltre 100 aperture

Sono già 10.000 le prenotazioni per le prossime date, di cui già 5000 per il week end in arrivo. Ecco come prenotare le visite.

Vimercate, arriva la Notte Medievale con bancarelle e divertenti sfide

Le vie del centro saranno animate da sbandieratori, falconieri, scultori del legno, tour dei misteri, aree ristoro e molto altro ancora.

“Bastarda morte vieni a prendere me”. E Mantovani muore dopo l’amico Massimo Pierro

Fatale lo schianto che è avvenuto giovedì sera alle 20,40 tra Vimercate e Monza. A perdere la vita è stato Paolo Mantovani, di trentasei anni. Pochi gioni fa la morte del suo amico Massimo Pierro. Anche lui vittima della strada.

Limbiate: torna Fattoria in piazza con street food e animazione

Tre giorni con tantissime iniziative per grandi e piccini e tanti animali della fattoria. Scopri il programma.