22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Il cinema che arriva su un triciclo e funziona solo se tutti pedalano

Il cinema che arriva su un triciclo e funziona solo se tutti pedalano

12 Luglio 2017

Chi si ferma è perduto. E allora tutti a pedalare, un po’ per uno, perché se nessuno pedala non si produce energia, i riflettori si spengono, il cinema non funziona e… tutti a letto senza film.

Estate è tempo di cinema all’aperto, ma non di quelli in cui si va come si farebbe in un multi-sala. Perché l’estate è anche il momento delle biciclette, dello scendere in strada per stare con i vicini a parlare del più e del meno e del provare cose nuove. E allora mentre si aspetta insieme seduti su sdraio e seggioline da campeggio, ecco da lontano giungere un’insolita carovana guidata da un triciclo con un cassone di legno: eccolo, il Cinema Ambulante.

carovana cinema ambulante

Il guidatore scende e tira fuori dal baule il telo per lo schermo, il proiettore, la dinamo, la batteria e una vecchia bici. Ci sale su, inizia a pedalare e come per magia… inizia lo spettacolo.

Una moderna invenzione, antica come il cinema a pedali: si tratta di un’idea di PiùDiTre, no profit di Meda impegnata nella sostenibilità ambientale, e BMovies, Brianza Film Corto Festival, associazione di Seregno che promuove il cinema e i giovani registi di talento. I fondatori sono Giovanni Borgonovo, Fabio Terraneo, Giuseppe Micò, Roberto Passuti e tanti altri, che hanno avuto l’idea, comprando un vecchio triciclo e allestendolo nel garage di casa con tutto quello che era necessario per trasformarlo in un cinema a pedali.

L’intento è quello di promuovere attività sociali e culturali, nel rispetto della sostenibilità ambientale. E quale mezzo migliore se non un triciclo con a bordo un cinema: arriva ovunque, non costa nulla, non consuma niente e non crea nessun inquinamento atmosferico. È bello da vedere e ancora più divertente se si partecipa attivamente: sì, perché agli spettatori viene chiesto di contribuire al buon risultato, salendo in sella e pedalando, così la proiezione di un film è ricavata solo dalla forza dei polpacci e dal fiato. Che poi è anche un modo per sensibilizzare sulla difficoltà di produrre energia e diffondere quindi una maggiore consapevolezza.

cinema ambulante pedalata

“Siamo alla prima versione – ha raccontato Passuti – il nostro sogno è quello di poter migliorare tutto il meccanismo per renderlo sempre più efficiente”. Qualunque sia il livello, questa versione non dispiace affatto agli spettatori-ciclisti, in particolare ai bambini che fanno la fila per poter pedalare sulla “bici magica”. E mentre si raccolgono fondi per iniziative e idee future, tutti coloro che vogliono vedere con i propri occhi questa originale invenzione, magari pedalando attivamente, possono farlo per tutto il mese di luglio a Meda e Seveso.

Da mercoledì 12 luglio fino a mercoledì 2 agosto si terrà a Meda la rassegna Incursioni Urbane: le proiezioni si terranno in un parcheggio di fronte al palazzetto dello sport, poi in un centro anziani, nel parco civico e nel quartiere popolare Polo. Il venerdì invece, 14, 21 e 28 luglio, a Seveso si terrà la rassegna Corti in Corte. I partecipanti assisteranno alla proiezione di corti che hanno partecipato alle passate edizioni del Brianza Corto Film Festival. 


Cliccando sul seguente link e mettendo il “MI PIACE” sarete aggiornati in maniera esclusiva ed automatica su tutte le nostre NEWS, Pagina Facebook Ufficiale di MBNews 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi