Armeggia intorno a due bici. Uomo senza permesso di soggiorno rimpatriato

Armeggia intorno a due bici. Uomo senza permesso di soggiorno rimpatriato

In stazione senza permesso di soggiorno: scattano le procedure di espulsione per un 46enne. Originario dell’Ucraina, senza fissa dimora, l’uomo è stato fermato dalla Polizia Locale di Monza. Il 16 luglio scorso il presidio fisso degli agenti ha notato il 46enne armeggiare vicino a due biciclette.

Entrambe erano legate con due catene munite di lucchetto, di cui solo una chiave era in possesso dell’uomo. Il 46enne avrebbe dichiarato agli agenti di essere proprietario anche della seconda bicicletta ma, avendo smarrito l’altra, di avvalersi di una sega per forzare la serratura e prendersi la sua due ruote. 

Chiesti i documenti di identità, però, l’uomo non ha potuto rispondere in quanto domiciliato sul territorio italiano senza alcun permesso valido di soggiorno. Per questa ragione è stato accompagnato presso gli uffici immigrazione della Questura di Milano che ora provvederà al suo rimpatrio. Nel frattempo gli agenti tengono sotto controllo la bicicletta in questione per capire se si tratti o meno di un oggetto di sua proprietà.

Se qualcuno dovesse reclamare e presentarsi con la chiave allora per il 46enne potrebbe scattare anche una denuncia per tentato furto.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Valentina Vitagliano

Valentina Vitagliano nata a Cagliari 30 anni or sono. Brianzola d’adozione, come giornalista inizio a “gattonare” otto anni fa nella carta stampata. Nel 2011 l’incontro con il giornalismo online ed è stato subito amore. Laureata in Lingue, e specializzata in Teorie e metodi per la comunicazione, scrivo principalmente di politica e fatti di cronaca cittadina. La mia più grande passione? Oltre la fotografia e i libri di John Fante... i miei pesci rossi!