Maxi furto in Villa Reale, presi i ladri, tra loro una dipendente

Maxi furto in Villa Reale, presi i ladri, tra loro una dipendente

Avevano messo a segno un “colpaccio” in Villa Reale, rubando l’incasso della biglietteria e del book shop, lo scorso 9 gennaio scorso, per un totale di 45mila euro. Tre le persone arrestate dagli agenti del Commissariato di Monza, della Questura di Milano e del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, che hanno eseguito tre ordinanze di custodia in carcere emessa dal gip di Monza.

Le indagini della Procura hanno scoperto che T.M., 54 anni, era entrato nella Villa Reale durante la chiusura e, col volto coperto da un passamontagna, aveva messo fuori uso la videocamera di sicurezza e aperto la cassaforte senza forzarla.

Il colpo era stato eseguito in un minuto e 30 secondi: il ladro aveva una basista, la sua compagna, dipendente della Villa: F.B., 25 anni, mentre un loro amico F.D., 41 anni, dipendente della società di vigilanza, aveva dato informazioni su dove era il denaro e sulla combinazione della cassaforte.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, grazie anche alle delucidazioni di chi amministra il bene storico, i ladri erano apparsi da subito conoscitori della Reggia. Il servizio di videosorveglianza interno infatti, gli allarmi volumetrici e perimetrali, sono collegati alla vigilanza privata e trasmettono immagini in tempo reale. Ma in quel caso nulla era stato ripreso.


Su Valentina Rigano

Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!