26 Settembre 2020 Segnala una notizia
Premio Fidapa 2017: ecco le eccellenze femminili del territorio brianzolo

Premio Fidapa 2017: ecco le eccellenze femminili del territorio brianzolo

9 Maggio 2017

Il Museo del Tesoro del Duomo di Monza ospita il Premio Fidapa BWP Italy 2017- Monza e Brianza. La sesta edizione dello speciale riconoscimento pensato per omaggiare le eccellenze femminili del territorio brianzolo. Storie di donne coraggiose e capaci, che hanno saputo distinguersi nei rispettivi campi di competenza raggiungendo importanti traguardi.

Mb Premio Fidapa 2017 8

Tra il pubblico diverse personalità della società civile monzese e autorità. Il sindaco Scanagatti, in compagnia degli assessori Rosario Montalbano, Francesca Dell’Aquila, Carlo Abbà e Cherubina Bertola, ha portato i saluti del mondo politico. Presente inoltre Dario Allevi, ex presidente della provincia, nonché prossimo candidato sindaco e rivale di Scanagatti alle amministrative di giugno. Il clima che si respira tuttavia è tutt’altro che teso, come è giusto che sia in un’occasione di questo tipo.

L’incontro si apre con le parole di Paola Cairoli, presidentessa Fidapa per la sezione di Monza e Brianza, e con i saluti di Loretta Breda, Pass President Fidapa. Prima della cerimonia di consegna dei premi inoltre, i presenti hanno avuto modo di assistere alla performance musicale di Marco Sarmati, che ha deliziato la platea eseguendo una sonata di Bach con chitarra classica.

Mb premio Fidapa 2017 2

Le donne scelte da Fidapa provengono da mondi e professioni totalmente diverse fra loro. Ed è proprio questo a rendere questo riconoscimento unico nel suo genere. Spettacolo, Sport, Informazione, Medicina e sociale. Sono questi gli ambiti entro cui l’associazione femminile ha selezionato le eccellenze premiate.

La prima ad essere chiamata è stata Monica Gasparini, giornalista e conduttrice televisiva per le reti Mediaset. A seguire Silvia Cecchetti, premiata per l’arte e per lo spettacolo in quanto cantante e docente di canto presso l’accademia della voce di Monza. Entrambe hanno esortato i giovani, e soprattutto le giovani donne, a non abbandonare i propri sogni, in nessun caso. “Ho visto tante porte chiudersi in faccia prima di avere la mia occasione- spiega Silvia Cecchetti- Per questo non mi stancherò mai di dire che con l’impegno e il sacrifico si può arrivare ovunque”.

Una frase che potrebbe calzare a pennello con la storia di Michela Cima, la più giovane tra le donne premiate. Michela, campionessa italiana di pattinaggio artistico a rotelle, ha ricevuto il premio Fidapa per lo sport, proprio grazie ai risultati ottenuti lo scorso anno insieme al Pattinaggio artistico di Cornate d’Adda. “Amo il mio sport anche se da molti è considerato uno sport minore- ha detto Michela -Io invece oggi vorrei dire a tutti una cosa. Anche noi, che magari non stiamo sotto i riflettori come i calciatori o i cestisti,  facciamo sacrifici e allenamenti estenuanti per raggiungere determinati risultati”.

Per la medicina il riconoscimento è andato invece Emanuela Redaelli, figura storica dell’ospedale San Gerardo e oggi impegnata, sempre come ostetrica, presso la fondazione MBBM. Infine il premio per il sociale è stato assegnato alle donne di Vital italy Onlus, un’associazione no profit che lavora per aiutare i bambini poveri e disagiati di Calcutta, in India. Toccante la testimonianza diretta di una delle socie di Vital Italy presente per ritirare il premio: “Ci occupiamo di bambini che vivono in un vero e proprio inferno sulla terra. Senza nessun tipo di tutela ambientale, senza nemmeno i diritti minimi fondamentali. Come associazione abbiamo preso l’impegno di far arrivare i certificati di nascita ai tanti che non ne possiedono e abbiamo già costruito una scuola per dare la possibilità ai più piccoli di istruirsi.”

La cerimonia si è conclusa con le tradizionali foto di rito e i saluti di Fidapa, che dà appuntamento al prossimo anno per quello che ormai sta diventando un riconoscimento sempre più prestigioso e apprezzato da tutti i campi del professionismo nel nostro territorio.

Oriana Fallaci diceva che “Essere donna è una sfida che non finisce mai”.  Da queste storie impariamo che molto spesso capita di incontrare donne in grado di superarsi, e raggiungere il posto nel mondo desiderato vincendo la sfida contro loro stesse.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Luca Giovannoni
Luca Giovannoni, ho 25 anni e sono nato e cresciuto a Monza. Mi sono laureato presso la facoltà di Linguaggi dei Media dell’Università Cattolica di Milano, e scrivere è stata da sempre una delle mie più grandi passioni. Su MBNews cerco di raccontare la cronaca cittadina e gli eventi culturali legati al territorio brianzolo con la curiosità tipica del ragazzo di provincia che prova ad affacciarsi al mondo dei grandi...Cerco di leggere e informarmi il più possibile e quando riesco mi concedo lunghe passeggiate nel parco della mia città. Sono uno di quelli che crede che un giorno, piaccia o non piaccia, l’informazione online soppianterà quella cartacea. Non spetta a me giudicare se questo capovolgimento di ruoli porterà a maggiori benefici o se avrà invece conseguenze negative, ma credo che ognuno di noi debba dare il proprio contributo!


Articoli più letti di oggi

Monza, locale etnico in pessime condizioni igieniche: multe per 10 mila euro

Il cibo veniva scongelato, lavorato e ricongelato più volte: è stato pertanto posto sotto sequestro amministrativo.

Villa Reale chiusa, il Comitato: “Il Consorzio cacci il privato altro che risarcimento!”

Il Comitato del Parco e "La Villa è anche mia" tornano sul tema della parziale chiusura della Reggia di Monza. Raccontando cosa, a loro parere, non è andato bene.

Contratti a termine e blocco licenziamenti, Cgil MB: “Spesso legge aggirata”

L'Ufficio vertenze del sindacato di via Premuda lancia l'allerta sulle falle dei provvedimenti normativi, a volte sfruttate dagli imprenditori a danno dei lavoratori. Preoccupazione per i prossimi mesi.

“Il Brianteo sarà da 25mila posti”. Ecco i progetti dell’AC. Monza guidato da Adriano Galliani

Ac. Monza pensa già al nuovo Brianteo: sarà come lo stadio dell'Atalanta e Udine: sarà mantenuta la tribuna centrale, avvicinato il campo agli spalti e sarà posizionata una nuova copertura a forma di "C".

Commercio: bando di 100 mila euro per negozi e PMI di Villasanta, Arcore, Macherio, Biassono e Vedano

La domanda può essere presentata entro e non oltre le ore 17.00 del 10 novembre 2020. I fondi sono stati stanziati da Regione Lombardia.