11 Dicembre 2019 Segnala una notizia
Monza, 5 anni di Consiglio. Paciello: "Soddisfacente". Piffer, il più presente

Monza, 5 anni di Consiglio. Paciello: “Soddisfacente”. Piffer, il più presente

9 Maggio 2017

And the winner is… Paolo Piffer. Spetta al rappresentante della lista civica Primavera Monza la palma di sempre presente in Consiglio comunale. Nei cinque anni di mandato ha totalizzato ben 635 gettoni, seguito a distanza da Vincenzo Traina di IDV (567 presenze) e Anna Martinetti, della lista civica Una Monza per Tutti ,che sommato 559 presenze. In fondo alla classifica Xenia Marinoni, del Pd, che ha totalizzato 239 presenze. Penultima il consigliere di Forza Italia, Martina Sassoli (253 presenze), distanziata di un solo punto da un altro esponente del Pd, Andrea Imperatori con 254 presenze. In realtà, la maglia nera spetterebbe al senatore Andrea Mandelli con sole 51 presenze, mai dimessosi per evitare che lo scranno finisse a Fratelli d’Italia.

Martedì mattina il presidente del Consiglio comunale, Donata Paciello, ha presentato il report sui cinque anni di lavoro del Consiglio comunale che mette sotto i raggi x le abitudini amministrative e politiche dei consiglieri. Il risultato finale, per usare le parole del presidente, può considerarsi “soddisfacente”, sia per quanto riguarda la media di presenze, sia per quanto riguarda i costi sostenuti.

Rispetto al precedente mandato, infatti, questa amministrazione ha deciso di anticipare di due ore l’inizio delle sedute, evitando così di far proseguire i lavori fino a notte fonda e di dovere poi corrispondere ai consiglieri le relative indennità. I numeri parlano di una spesa media per seduta di 2.020 euro (i consiglieri sono 32, il gettone di presenza ammonta a 74,70 euro lorde), ai quali vanno aggiunti 190 euro di spesa indicativa per il personale di servizio a ogni seduta. Difficile fare un raffronto con il quinquennio precedente, i consiglieri erano di più, ma il presidente assicura che il risparmio è stato “signifiicatvo”: grosso modo di circa il 50%. Il numero di sedute è stato di  296.

Spigolando fra i numeri, emerge poi il numero totale di mozioni e ordini del giorno: 136 in cinque anni, il 95% delle quali evase. L’anno più prolifico è stato ovviamente il primo, con 40 fra mozioni e odg. Poi, via via, il numero è decresciuto a 39, a 25, a 17 e infine a 15. Il recordman per quanto riguarda l’accesso agli atti è stato Gian Marco Novi, del Movimento Cinque Stelle, mentre gli assessori più bersagliati dalle interrogazioni sono stati Antonio Marrazzo, con delega alle Opere pubbliche, e Paolo Confalonieri, con delega alla Mobilità e Sicurezza. Subito dietro, il sindaco, Roberto Scanagatti.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Il Capodanno a Seregno sarà rock!

Al PalaSomaschini, concerto-tributo dedicato ai Queen in attesa del 2020

Carate: al via i lavori di messa in sicurezza del ponte di Realdino

Dal 10 dicembre previste modifiche alla viabilità per permettere la sostituzione di alcuni pluviali con l'utilizzo di una tecnica sperimentale. Il ponte da tempo è sotto stretto monitoraggio.

Vedano, La Casa Francesco inaugura il poliambulatorio (gratuito) per i più deboli

L'iniziativa, chiamata “Le comunità della Salute” mette al centro il benessere per ogni cittadino e propone un servizio sanitario di qualità per tutti, senza distinzioni socioeconomiche. 

Cancello in tilt, automobilisti prigionieri del Parco di Monza 

Insomma, traffico in tilt in entrata e in uscita dal Parco. Ignote le cause. Un quarto d'ora di attesa, il tempo di arrivare sul posto per "liberare" gli automobilisti imbufaliti. 

Monza, San Rocco: auto si schianta in rotonda

Incidente a San rocco, la mini finisce sopra le barriere dei lavori in corso.