Limbiate, violenta lite fra condomini: ferisce il vicino con due coltellate

Limbiate, violenta lite fra condomini: ferisce il vicino con due coltellate

“Te ne devi andare, non ti ci voglio qui” e poi dalle parole alle mani, fino alle coltellate. Così si sarebbe sviluppata una furente lite degenerata in aggressione, tra un venticinquenne di Limbiate e il suo vicino di casa, un trentunenne marocchino, finito in ospedale con una coltellata al collo e una al braccio.

A quanto ricostruito dai carabinieri di Desio che sono intervenuti in una palazzina dove risiede il limbiatese, tra aggressore e vittima non scorreva buon sangue. Il venticinquenne, pregiudicato per vari reati, secondo gli investigatori avrebbe incrociato il trentunenne nel condominio e, senza apparente motivo, avrebbe iniziato ad insultarlo. Tra i due sarebbe nata un’accesa discussione, presto degenerata in scazzotata. Dopo aver ricevuto un pugno in faccia, il venticinquenne sarebbe entrato nel suo appartamento, da dove sarebbe uscito brandendo un coltello da cucina con la lama spezzata, con il quale avrebbe colpito al braccio e al collo il suo vicino di casa.

Richiamati dalle urla dei due uomini, alcuni residenti nel palazzo hanno telefonato al 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e un’ambulanza del 118. Tutti e due gli uomini sono stati trasportati in ospedale, dove sono stati visitati e medicati. Il venticinquenne è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni per un trauma ad un occhio e il trentunenne con prognosi di un mese per le ferite riportate.

Arrestato per lesioni e processato per direttissima, il venticinquenne è stato associato ai domiciliari. Ironia della sorte quindi, il trentunenne aggredito si ritroverà il suo aguzzino nuovamente vicino a sè.

Cliccando sul seguente link e mettendo il “MI PIACE” sarete aggiornati in maniera esclusiva ed automatica su tutte le nostre NEWS, Pagina Facebook Ufficiale di MBNews 


Su Valentina Rigano

Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!