14 dicembre 2018 Segnala una notizia
Una pizzeria per i giovani autistici, se in 6000 doneranno 10 euro

Una pizzeria per i giovani autistici, se in 6000 doneranno 10 euro

5 aprile 2017

Se la sfida sarà vinta, PizzaAut sarà la prima pizzeria in Italia gestita da persone autistiche.   “Vogliamo il cielo blu tutto l’anno e non solo il 2 aprile”. Nico Acampora, che da sempre si occupa di giovani e di difesa al disagio giovanile, lancia una sfida sui social: “cerco 6.000 persone che donino 10 Euro a testa per avviare una pizzeria gestita completamente da ragazzi con autismo”, e da subito il suo annuncio diventa virale.

Acampora, affiancato da un gruppo di volontari  che hanno in comune l’essere genitore di bimbi autistici, da via ad un progetto rivoluzionario: PizzaAut, un locale gestito da ragazzi con autismo affiancati da professionisti della ristorazione e della riabilitazione.

Per rendere possibile PizzaAut è necessario anche il vostro aiuto!

Ieri, 4 aprile, è stata aperta la piattaforma PizzaAut attraverso la quale ciascuno può fare una donazione e dare il proprio contributo. Per la realizzazione di questo locale “speciale” è necessario raccogliere 60.000 euro per l’acquisto di tutti gli arredi, dei macchinari e delle attrezzature necessarie, i percorsi di formazione destinati ai ragazzi per l’acquisizione delle competenze necessarie, l’eventuale affitto della struttura ed il costo del personale almeno nella fase di avvio. Ad oggi, mercoledì 5 aprile, la somma raggiunta è 1404 euro per un totale di 83 donatori.

In una prima fase i ragazzi seguiranno un percorso di formazione che gli consentirà di studiare insieme a psicologi ed educatori la mansione più adatta a loro ed inserirli poi nello staff di PizzAut.

“Troppo spesso le persone con autismo sono esclusi dal mondo del lavoro e dalle relazioni sociali” –  scrivono  sulla piattaforma virtuale i genitori dei bimbi affetti da autismo.

Questa potrebbe essere la prima pizzeria in Italia gestita totalmente da ragazzi autistici. Una vera e propria rivoluzione, un cambiamento capace di costruire un futuro diverso per questi giovani.

Il locale sarà un luogo per le famiglie, ma anche per i giovani. Un luogo di ritrovo lontano dal caos e dalla frenesia della vita di tutto i giorni e  con prodotti biologici di alta qualità.

Inoltre verrà creato “il muro dei mattoni” per ringraziare i donatori che hanno consentito la realizzazione del progetto.

Per ulteriori informazioni o per fare una donazione clicca qui.
Immagini di repertorio.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate il 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

“Vimercate ha una nuova stella in cielo”: addio al 16enne Matteo Campus

Il giovane calciatore, cresciuto nella DI.PO. Calcio, si è spento giovedì 13 dicembre dopo una lunga malattia. I funerali sabato 15 dicembre alle 15 nel Santuario della Beata Vergine del Rosario

Brugherio, sedicenne scomparso da una settimana: numerose le segnalazioni

Il ragazzo di 16 anni non fa ritorno a casa da giovedì 6 dicembre.

Di Maio annuncia la “legge Bramini” per gli imprenditori

L'imprenditore monzese che ha lottato per la sua casa dopo il fallimento vede realizzato il suo sogno.

Monza, ponte chiuso: arrivano i primi licenziamenti e (forse) gli sgravi fiscali

A gennaio L'Ar. Te del Grano perderà un dipendente a causa della riduzione del 50% del fatturato rispetto allo scorso anno.

I Club credono nel Monza di Berlusconi e crescono. Intervista a Colombo

Il Monza Club Angelo Scotti inizia a gettare i “semi” per far crescere un “campo” di luoghi di ritrovo di tifosi del Monza 1912 di calcio e dell’HRC Monza di hockey su pista.