19 Giugno 2019 Segnala una notizia
Una pizzeria per i giovani autistici, se in 6000 doneranno 10 euro

Una pizzeria per i giovani autistici, se in 6000 doneranno 10 euro

5 Aprile 2017

Se la sfida sarà vinta, PizzaAut sarà la prima pizzeria in Italia gestita da persone autistiche.   “Vogliamo il cielo blu tutto l’anno e non solo il 2 aprile”. Nico Acampora, che da sempre si occupa di giovani e di difesa al disagio giovanile, lancia una sfida sui social: “cerco 6.000 persone che donino 10 Euro a testa per avviare una pizzeria gestita completamente da ragazzi con autismo”, e da subito il suo annuncio diventa virale.

Acampora, affiancato da un gruppo di volontari  che hanno in comune l’essere genitore di bimbi autistici, da via ad un progetto rivoluzionario: PizzaAut, un locale gestito da ragazzi con autismo affiancati da professionisti della ristorazione e della riabilitazione.

Per rendere possibile PizzaAut è necessario anche il vostro aiuto!

Ieri, 4 aprile, è stata aperta la piattaforma PizzaAut attraverso la quale ciascuno può fare una donazione e dare il proprio contributo. Per la realizzazione di questo locale “speciale” è necessario raccogliere 60.000 euro per l’acquisto di tutti gli arredi, dei macchinari e delle attrezzature necessarie, i percorsi di formazione destinati ai ragazzi per l’acquisizione delle competenze necessarie, l’eventuale affitto della struttura ed il costo del personale almeno nella fase di avvio. Ad oggi, mercoledì 5 aprile, la somma raggiunta è 1404 euro per un totale di 83 donatori.

In una prima fase i ragazzi seguiranno un percorso di formazione che gli consentirà di studiare insieme a psicologi ed educatori la mansione più adatta a loro ed inserirli poi nello staff di PizzAut.

“Troppo spesso le persone con autismo sono esclusi dal mondo del lavoro e dalle relazioni sociali” –  scrivono  sulla piattaforma virtuale i genitori dei bimbi affetti da autismo.

Questa potrebbe essere la prima pizzeria in Italia gestita totalmente da ragazzi autistici. Una vera e propria rivoluzione, un cambiamento capace di costruire un futuro diverso per questi giovani.

Il locale sarà un luogo per le famiglie, ma anche per i giovani. Un luogo di ritrovo lontano dal caos e dalla frenesia della vita di tutto i giorni e  con prodotti biologici di alta qualità.

Inoltre verrà creato “il muro dei mattoni” per ringraziare i donatori che hanno consentito la realizzazione del progetto.

Per ulteriori informazioni o per fare una donazione clicca qui.
Immagini di repertorio.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate il 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Sesso in cambio di denaro: prete ricattato da tre brianzoli. Arrestati

Un 23enne di Bernareggio, una coetanea di Seregno e un 29enne di Ronco sono accusati di avergli estorto più di 6mila euro

Monza, in mille alla “Cena in bianco”. Oltre 15mila persone per la nostra diretta live

Il 29 giugno si terrà la prima edizione della manifestazione a Cinisello Balsamo.

Monza, un residente: “Basta spaccio al ‘Parco 80’, situazione insostenibile”

Una segnalazione anonima arrivata alla redazione di Mbnews ci descrive una situazione che sta degenerando nella piazza di Parco 80 a causa del consumo di droghe leggere.

Parco 80 Monza

Sanità privata: sciopero il 18 giugno per il rinnovo del contratto scaduto da 12 anni

E' fissato per martedì 18 giugno lo sciopero della sanità privata: a Milano, davanti alla sede di Assolombarda, gli operatori del settore organizzeranno un presidio, per chiedere il rinnovo del contratto scaduto da 12 anni.

Metro a Monza, l’annuncio del sindaco Allevi “Entro luglio a Roma per la firma”

Il borgomastro non ha dubbi: "Siamo molto vicino a chiudere. Per scongiurare ogni imprevisto ci siamo dati una deadline per la firma a Roma, ovvero entro il mese di luglio".