20 Settembre 2021 Segnala una notizia
Il ministro della Giustizia a Monza: "Oltre il Pd c'è il baratro"

Il ministro della Giustizia a Monza: “Oltre il Pd c’è il baratro”

7 Aprile 2017

Al centro del lavoro del Partito Democratico ci sarà la lotta a tutte le mafie, ed ho scelto di venire qui perché è un luogo periferico tornato a vivere, simbolo della memoria di Lea Garofalo, uccisa dalla mafia perché si è ribellata è in quanto donna, perché la mafia è maschilista”.

Con queste parole il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha iniziato il suo discorso alla cittadinanza, presso il parco della Boscherona di Monza dove ha sede l’orto giardino dedicati a Lea Garofalo, vittima di mafia, ieri pomeriggio.

La tappa rientra nel suo tour elettorale, oggi sarà a Nova Milanese per una cena di autofinanziamento, in vista delle primarie del Pd del prossimo 30 aprile. Il Ministro Orlando ha poi proseguito parlando di un “centro sinistra che deve rinascere attorno alle idee e non attorno ad un leader, per sconfiggere una destra che rischia di vincere sfruttando lo scontento popolare espresso con le votazioni dello scorso referendum”.

https://youtu.be/g6AwfmfTTPs


Poi Orlando ha proseguito “farò molte critiche al Partito Democratico, ma per amore, perché oltre il Pd c’è il baratro”, ed ha poi dichiarato la necessità di una nuova legge elettorale “che eviti al paese instabilità o il voto sei mesi dopo dalle elezioni”. E ha aggiunto “l’Europa è a rischio, sapete che Putin paga i movimenti nazionalisti in tutta Europa? Abbiamo bisogno di un nuovo centro sinistra”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi