22 maggio 2018 Segnala una notizia
Omnicompresivo preso d'assalto dai vandali #foto

Omnicompresivo preso d’assalto dai vandali #foto

16 marzo 2017

Vetri rotti e vari oggetti rubati. 21 aule fuori uso, vetri rotti, furto di PC e lavagne LIM. Il conto dei danni è ancora in corso, ma gli studenti dell’Omnicomprensivo questa mattina hanno trovato buona parte delle finestre in frantumi.

Delle 21 aule devastate 15 sono del Liceo Banfi, 1 all’Istituto E. Vanoni, 4 al V. Floriani e 1 all’A. Einstein.

Da quanto si apprende sono diverse le palazzine che sono state prese d’assalto dai vandali che con bastoni e spranghe hanno mandato in mille pezzi i vetri del Liceo Scientifico Banfi. Non solo, dalle prime voci di questa mattina, pare che ci siano stati anche dei furti. Ad essere rubati dei computer e delle lim, le lavagne luminose.

Atti-vandalici-omni-comprensivo-Vimercate-MB-19

Uno spettacolo a dir poco desolante ha quindi sorpreso i primi alunni arrivati come tutte le mattine a scuola. Le lezioni hanno subito un ritardo, ma dato che alcune classi sono in gita, gli studenti sono stati trasferiti in quelle aule.

Il dirigente scolastico, Giancalo Sala, ha quindi chiamato i carabinieri per fare denuncia contro ignoti. Ai militari il difficile compito di risalire agli autori del gesto.

I tecnici della Provincia, insieme alle aziende specializzate, sono già sul posto, allertati questa mattina dal Preside del Liceo Banfi, Giancarlo Sala, che aveva segnalato i vetri in frantumi appena arrivato a scuola.

La quantificazione dei danni è ingente, anche alla luce dei possibili danneggiamenti all’impianto di cablaggio, mentre l’urgenza dei tecnici è quella di ripristinare al più presto l’agibilità temporanea delle 21 aule, in attesa che vengano reinstallati i vetri temperati idonei per le finestre.

Il Presidente della Provincia Gigi Ponti, considerando la gravità dell’accaduto, questa mattina ha voluto relazionare direttamente il Comando dell’Arma dei Carabinieri di Monza, auspicando che le indagini già avviate portino presto ad individuare i responsabili di un atto così ingiurioso.

Dalla Provincia si rileva, intanto, che gli atti vandalici sono stati compiuti nelle aule, senza mai passare dal corridoio, dove è presente l’impianto antifurto.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi

Finanza maxi operazione: in carcere l’imprenditore Malaspina e l’ex magistrato Perillo

Scoperte dalla GDF fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di circa 95 milioni di euro, con distrazioni patrimoniali per un valore di 234 milioni di euro.

Guardia di Finanza, tangenti e riciclaggio: 21 arrestati (anche un noto imprenditore)

Arrestato Giuseppe Malaspina accusato di aver emesso fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di circa 95 milioni di euro.

Monza, 15enne accoltellata all’addome al Parco: non è in pericolo di vita

La vicenda si è consumata nel pomeriggio di domenica 20 maggio. Alcuni passanti hanno soccorso l'adolescente dando l'allarme. Indagini in corso

Monza, fermato il topo d’auto di via Mosè Bianchi

Inoltre il topo d'auto è stato denunciato per ricettazione, essendo stato trovato in possesso di una bici della Società  "Bike Sharing OFO" di Milano.

“Sistema Malaspina”, pronto a distruggere le prove con una ruspa

Un meccanismo intricato, fatto di fatture per operazioni inesistenti, scritture private, verbali, documentazioni e perizie, tutto finto e quasi fatto sparire