19 Gennaio 2019 Segnala una notizia
Vimercate, la giunta Sartini costa di più di quella del Pd

Vimercate, la giunta Sartini costa di più di quella del Pd

15 Marzo 2017

Una bufera si è scatenata sui cieli vimercatesi e questa volta il nubifragio sembra incombere davvero dall’alto. Il soggetto del contenzioso sono quei 52 mila euro in più – rispetto a quelli dell’amministrazione PD – negli stipendi di una giunta che si era sempre professata parca. Il salto c’è, e nemmeno così inconsistente.

Sono i numeri a parlare da sé: non c’è bisogno – o quasi – di commenti delle opposizioni di turno. Nel secondo semestre 2015 – in pieno governo PD – il complessivo dell’indennità semestrale percepita dalla giunta era di 51.002 euro, quello invece del semestre appena conclusosi, e targato 5 Stelle, è di 77.803 euro. Attraverso due semplici calcoli matematici, una sottrazione e una moltiplicazione – perché due sono i semestri – si ottiene il dato reale annuale. 52 mila euro in più, quindi, all’anno: la parità di variabili è sottintesa.

Tutto regolare e assolutamente legale: l’indennità è calcolata e attribuita nel rispetto degli articoli 82 e 86 del D.Lgs 267 e dal decreto 119 del ministero dell’Interno. Non c’è nulla, quindi di sbagliato, ma allora perché c’è polemica?

Agli inizi dalla campagna elettorale la lista 5 Stelle aveva dichiarato che si sarebbe, a differenza del PD, dedicata a tempo pieno all’attività politica. E così a quanto pare, il sindaco ha deciso di dedicarsi anima e corpo alla politica cittadina, mettendosi quindi in aspettativa, rinunciando a quello che era uno stipendi ben più alto. In automatico, però, l’indennità si alza. Ecco la pezza giustificativa dei 52 mila euro annui in più.

A sollevare il vespaio – e ad evidenziare questa “incoerenza” – così come a chiedere estrazione e confronto agli uffici responsabili è stato il consigliere di minoranza Alessandro Cagliani (Noi per Vimercate) che sottolinea “E’ tutto corretto, a livello legale, loro sono in diritto di mettersi in aspettativa e di ricevere l’indennità intera. Ma io voglio sfatare un mito che circola da troppo tempo. Anche i Cinque Stelle sono tecnici della poltrona. Ne più ne meno di altri, non dicano il contrario”. 

La replica durissima del sindaco Sartini però non tarda ad arrivare. E riprendendo il titolo  di un giornale (che parlava di un aumento di stipendio da parte della giunta – ndr.) esclama: “Tutto falso! La precedente giunta aveva una situazione fiscale, previdenziale e lavorativa diversa, a partire dal fatto che gli assessori non erano impegnati a tempo pieno in Comune. Questo mio impegno fa veramente paura a chi sperava di diventare sindaco con la prospettiva dell’indennità piena senza però dedicarsi a tempo pieno a questo compito. Pertanto, i titoli così come i commenti rilasciati da una minoranza che ben conosce le norme al riguardo, non sono ascrivibili solo ad uno stile politico-giornalistico di basso profilo. Per tutto questo, io e gli assessori stiamo valutando, insieme ai nostri legali, le più opportune azioni a tutela delle nostre persone, dei nostri singoli ruoli e della Giunta stessa in quanto Organo dell’Ente Comunale.”

E così senza uscir di metafora, la situazione precipita: i tuoni ora impazzano e inizia letteralmente a diluviare sul tetto della sala consiliare del Comune di Vimercate. Infatti, anche se non viene nominata apertamente, l’allusione a Mariasole Mascia (PD), rivale nella corsa alla poltrona alle ultime elezioni è cristallina. Così come lo è la consapevolezza – nata da numerose dichiarazioni precedenti – che la capogruppo del centrosinistra, non sarebbe stata intenzionata, in caso di vittoria, a lasciare il suo lavoro da avvocato.

E’ a lei dunque che si riferisce Sartini? Poco importa perché, quando alla fine del suo comunicato il primo cittadino minaccia addirittura di prendere azioni legali, il tam tam solidale in appoggio a Mariasole sui social è già impazzito.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Francesca Fornaciari
Intrappolatrice di storie, scrivo racconti e scatto fotografie, con quella che mi piace definire mente analogica. Sono perdutamente innamorata degli aeroporti, ma per viaggiare preferisco i treni. Laureata in filologia italiana, impegnata nel volontariato da sempre, amo i libri, il cinema e l'arte contemporanea.


Articoli più letti di oggi

Monza, lo storico Speedy compie 30 anni. Per festeggiare apre un nuovo locale

Lo storico locale di Monza "Speedy" taglia l'ambito traguardo e festeggia, martedì 22 gennaio, alle ore 19, inaugurando un nuovo locale in via Moncenisio. 

Ospedale Vimercate, il nuovo direttore: “Nuove assunzioni e tagli alle liste d’attesa”

Si chiama Nunzio Del Sorbo e si è insediato il 2 gennaio. Porta all'ASST i suoi quasi 40 anni di carriera, iniziati proprio in città nella vecchia Ussl 60 e assicura: "Parola d'ordine, rilancio"

Monza, ripulisce il letto del Lambro in pausa pranzo: trova anche una bici

Il ragazzo lavora in un ristorante in Spalto Maddalena. Durante il periodo Natalizio le casette sono state ripetutamente danneggiate.

Monza e Brianza che fare questo weekend? Ecco gli eventi scelti per Voi!

Falò di Sant'Antonio, spettacoli, mostre... ecco la nostra selezione di eventi!

La Guardia di finanza arresta i fratelli dell’Autosalone Antonini

I due sono accusati di bancarotta fraudolenta insieme a un terzo uomo, ora agli arresti domiciliati. Si sarebbero intascati 400mila euro spostandoli dai conti societari ai loro conti personali