Attualità

Muggiò, retata della Locale scopre lavoro nero tra le bancarelle del mercato

Partita l'attività di controllo delle attività degli ambulanti di via Rimembranze. Subito rilevato un caso di lavoro irregolare. Pizzicati un commerciante e due extracomunitari.

mercato-web

Polizia Locale in prima linea nella lotta contro il lavoro nero a Muggiò. È infatti di martedì 14 marzo l’ultimo caso di prestazioni lavorative irregolari rilevato dagli agenti del comando di Palazzo Isimbardi tra i banchi del mercato settimanale.

A finire sotto la lente di ingrandimento dei ghisa muggioresi sono stati un venditore ambulante e i suoi due “aiutanti” extracomunitari, sorpresi questi ultimi a svolgere attività senza alcuna copertura previdenziale e assicurativa. I due lavoratori irregolari sono stati immediatamente identificati e allontanati. Si tratta di un nigeriano e di un cingalese, entrambi di età compresa tra i 35 e i 40 anni e in possesso di regolare permesso di soggiorno. Per il commerciante – proprietario di un banchetto di frutta e verdura – invece si prospetta una dura sanzione.

L’uomo è stato infatti denunciato dalla Polizia Locale all’INPS e all’INAIL che, sulla base della segnalazione e della documentazione acquisite, erogheranno un’ammenda amministrativa all’ambulante, reo di non aver adempiuto ai suoi obblighi contributivi e previdenziali. L’operazione è figlia dell’attività di controllo che la Polizia Locale ha deciso di intraprendere per i prossimi martedì tra le bancarelle del mercato di via Rimembranze. “La decisione di impegnarsi in questa attività – ha spiegato ai microfoni di MBNews il comandante Marco Beccalli – è stata presa a seguito di diverse lamentele dei cittadini che ci segnalavano continui borseggi e attività di dubbia legalità all’interno del mercato. Vogliamo dare un segnale forte alla cittadinanza; un segnale di presenza e di maggior sicurezza”.

commenta