21 Settembre 2020 Segnala una notizia
Monza, in via Ghilini pescatori sfrattati da una banda di pusher

Monza, in via Ghilini pescatori sfrattati da una banda di pusher

21 Marzo 2017

 

Sfrattati da una banda di spacciatori. A Monza capita di frequente di vedere appostati lungo le rive del Lambro gruppi di pescatori. I punti migliori dove pescare pare siano la zone delle Grazie Vecchie, alcuni tratti del Lambretto e, in modo particolare, via Ghilini. Per la precisione il punto migliore è quello dove il fiume disegna una curva gomito alle spalle del vecchio stadio Sada. Lì, il Lambro, è più profondo e più pescoso e da anni un gruppo di circa 20 appassionati amanti della pesca lo ha eletto a luogo preferito.

Tuttavia, da qualche mese, i pensionati sono stati costretti a cambiare zona perché quell’ansa è diventata troppo pericolosa. Il bosco retrostante, unica via d’accesso, è stato infatti occupato da un gruppo di spacciatori e il via vai di tossici è diventato incessante.

La droga che gira è per lo più eroina. ll meglio che può capitare è di camminare fra bottiglie di birra rotte, cartoni di vino vuoti, siringhe usate e rifiuti di ogni genere. Il peggio, essere rapinati. Basta addentrarsi pochi metri per scorgere fra rovi e piante un paio di pusher pronti ad entrare in azione.

“E’ un vero peccato – commentano i pescatori -, ma non ci fidiamo più. E’ diventato troppo pericoloso. Qualche settimana fa un nostro amico è stato aggredito e derubato. Stava arrivando in bici lungo la ciclabile che costeggia il canale Villoresi con l’attrezzatura, ma d’un tratto gli sono saltati addosso, lo hanno buttato per terra e gli hanno portato via il portafoglio”.

Così, di malavoglia, si sono dovuti spostare qualche centinaio di metri più a Nord, sulle sponde di cemento innalzate anni fa per contenere le esondazioni, dove però il Lambro è meno profondo e meno pescoso. “Ci ritroviamo per stare insieme e per divertirci – spiegano i pescatori -. Non mangiamo quello che peschiamo, ma se non ci sono pesci non c’è gusto”.

Il bosco trasformato in una centrale di spaccio, che molti oramai paragonano al bosco della droga di Rogoredo, a Milano, è l’ultimo segnale di un ritorno di fiamme dell’eroina.

In queste ultime settimane sono state ritrovate siringhe in diversi punti della città: nei bagni della stazione, nel parcheggio dell’Urban Center e anche in un bagno della biblioteca di via Lecco.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Grande Fratello Vip, Fausto Leali “colpisce ancora”: polemica per una frase razzista

Il cantante lesmese, concorrente del GF VIP, continua a fare parlare di sé.

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Referendum, la Brianza alla urne. Alle ore 23 di domenica affluenza del 39,68%

Oggi, domenica 20 settembre, e domani lunedì 21, brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.

Anche a Lesmo studente positivo al Covid19. In Lombardia in quarantena 39 classi

L'Ats ha creato delle corsi preferenziali per effettuare il tampone. 5 sono in Brianza.

Concorezzo, contributi economici per i servizi di asilo nido: ecco come fare richiesta

La domanda potrà essere presentata fino al 9 ottobre 2020.