Attualità

Folle inseguimento a Monza: scappa con la valigia di un turista

Il turista, il folle inseguimento, la consistente refurtiva, il placcaggio, l'arresto e infine il colpo di scena: sono questi gli ingredienti del fatto accaduto in via Spalto Piodo.

furto

Inseguimento degno di un film del grande schermo in pieno centro a Monza. Ieri, mercoledì 29 marzo, alle ore 11.15, gli agenti della Polizia Locale hanno inseguito, bloccato e arrestato un ladro che, a tutta velocità, fuggiva a bordo della sua auto dopo aver sottratto, con l’aiuto di un complice, il bagaglio ad un turista giapponese.

Il turista, il folle inseguimento, la consistente refurtiva, il placcaggio, l’arresto e infine il colpo di scena: sono questi gli ingredienti del fatto accaduto in via Spalto Piodo. Durante il servizio di controllo del territorio, gli agenti del comando di via Marsala hanno notato fuori da un albergo un gruppo di persone sbracciarsi per richiamare l’attenzione verso un’auto che scappava a tutta velocità.

Senza pensarci un secondo la pattuglia, a sirene spiegate, si è letteralmente gettata all’inseguimento del veicolo, una Fiat 500. Dopo aver percorso le vie del centro, i vigili sono riusciti a bloccare la strada al malvivente in Largo Mazzini. Al volante un cittadino cubano, senza alcun permesso di soggiorno nè patente, domiciliato a Milano. Il suo complice, durante la folle corsa, si è lanciato dal mezzo fuggendo a piedi e facendo perdere le tracce di sé.

furto2

Fermato il responsabile, gli uomini della Locale sono tornati presso l’albergo di via Spalto Piodo riuscendo a ricostruire quanto accaduto poco prima. L‘uomo, insieme al suo complice, aveva appena rubato a un turista giapponese il suo bagaglio pieno di oggetti tecnologici per un valore di qualche migliaio di euro: iPad di ultima generazione, pc, macchina fotografica.

Gli agenti hanno arrestato l’uomo che ha trascorso la notte presso il carcere di Monza in attesa del processo per direttissima in corso proprio in queste ore. L’accusa per lui è di furto con destrezza. La refurtiva è stata restituita al suo legittimo proprietario che, grazie agli agenti, non avrà un cattivo ricordo della sua visita a Monza.

E il colpo di scena finale? La 500 utilizzata per compiere il furto è risulta essere stata presa a noleggio presso una agenzia di Milano da un cittadino messicano che ha consegnato un documento falso.

furto3

commenta