25 Settembre 2021 Segnala una notizia
Provincia, Monti si finge arabo per smascherare le bugie di Ponti

Provincia, Monti si finge arabo per smascherare le bugie di Ponti

3 Febbraio 2017

Ha fatto finta di essere arabo per smascherare le bugie del presidente della Provincia, Gigi Ponti. Chi l’ha detto che i politici di oggi non hanno più fantasia? Per rendersi conti di quanto sia poco rispondente al vero questa affermazione non sa cosa ha combinato il consigliere provinciale leghista Andrea Monti. Dallo scorso autunno, vale a dire da quando la Provincia ha autorizzato un corso di lingua araba all’interno dell’Istituto tecnico commerciale Mosè Bianchi di Monza, il consigliere del Carroccio ha iniziato una battaglia politica contro questa decisione.

Andrea Monti

“Ma come – ha commentato all’indomani dell’annuncio -, ci saremmo aspettati che ci si prodigasse per insegnare l’italiano ai bambini di origine araba. Non l’arabo a chi già parla italiano, ma qui il mondo va al contrario”. Per Monti, i corsi sono, e sono stati una vera e propria spina nel fianco. Non ha mai perso occasione per chiedere chiarimenti e per evidenziare i lati negativi del progetto: “Le nostre associazioni – ha dichiarato Monti -, devono pagare regolarmente gli affitti di palestre e impianti sportivi, mentre le aule per i corsi di arabo sono concesse a titolo gratuito”.

Così, pochi giorni fa ha deciso di mettere in atto uno stratagemma degno degli migliori illusionisti: ha creato un finto profilo arabo su Facebook, ha preso contatto con la scuola, ha detto di essere sposato con un’italiana e ha aggiunto di voler insegnare la lingua araba al figlio. Il trucco, a quanto dice Monti, ha funzionato e gli ha consentito di portare a galla tre bugie dette da Ponti. La prima: i corsi non sono gratis. La seconda: i corsi non sono cominciati a novembre, ma a ottobre. Terzo: la Provincia non ha avuto parte attiva nell’organizzazione dei corsi pochi la decisione è stata del Comune di Monza, che però non ne aveva la titolarità.

“La verità – ha concluso Monti – è che questo accordo è stato calato sulla testa della Provincia, senza che questa abbia potuto fare altro che eseguire ordini e decisioni prese da altri. La mia richiesta è semplice: fermare immediatamente il corso di arabo”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi