22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Ceriano, aggredito e picchiato a colpi di bottiglia per droga

Ceriano, aggredito e picchiato a colpi di bottiglia per droga

5 Febbraio 2017

Un marocchino di 34 anni, è stato ferocemente picchiato e colpito alla testa con un oggetto tagliente, presumibilmente una bottiglia, al termine di una lite con altri due nordafricani, verso le 24 di questa notte a Ceriano Laghetto.

A quanto si apprende il giovane, insieme ad altri tre nordafricani, si era incontrato in una zona boschiva per consumare della cocaina. La lite, a quanto ricostruito dai carabinieri di Desio intervenuti sul posto, sarebbe maturata per un dissidio sul prezzo della dose.

Protagonisti della vicenda sono due marocchini, un 27enne di Cesano Maderno ed un 34enne di Seveso che, a bordo dell’auto del primo, si sono recati nei pressi di quella Stazione per acquistare dello stupefacente.

Sul posto il più giovane è sceso dall’auto per contrattare con uno spacciatore, loro connazionale. La trattativa si sarebbe inasprita per cui un complice dello spacciatore, probabilmente prima in ombra, é intervenuto minacciosamente per intimidire l’acquirente.

Il 27enne che era rimasto in macchina, probabilmente preoccupato dall’aggressività (considerato che si tratta di soggetti pressoché incensurati) si è allontanato velocemente per cercare aiuto in Caserma a Cesano Maderno. I carabinieri, arrivati a sirene spiegate sul luogo dell’incontro, dove hanno trovato il 34enne sulla rotonda di via Milano, con il volto tumefatto è ricoperto di sangue.

Trasportato in ospedale a Niguarda é stato ricoverato in osservazione per ferite lacero contuse e trauma cranio facciale. Ora è caccia agli aggressori.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi