Quantcast
“Ozero Komo”, ovvero la Russia promuove Monza - MBNews
Cultura

“Ozero Komo”, ovvero la Russia promuove Monza

Una serata di gala con molti stranieri, ma anche molti monzesi, che hanno voluto vedere l'ultimo numero del magazine.

hotel de la ville - mb

Una serata di gala all’Hotel de la Ville di Monza. La rivista russa “Ozero Komo”, ovvero “Lago di Como” venerdì scorso si è presentata al pubblico proprio a Monza.

Per l’occasione decine di persone si sono presentate nel prestigioso Hotel per vedere l’ultimo numero del magazine che continua a promuovere le eccellenze italiane in Russia e nel mondo, dalla natura alla cucina, dall’arte all’imprenditoria, e questa volta dedica il nuovo numero all’eccellente vicina di casa – capitale della Brianza e del saper fare.

Con il supporto del Comune di Monza e sotto il patrocinio della Camera di Commercio italo-russa e della Fondazione “Centro per lo sviluppo dei rapporti Italia-Russia”, la nostra rivista ha organizzato la mostra dei due pittori, un’italiana e un russo presso Le Cucine reali in Villa Reale a Monza con il titolo “La forza del mare” che durerà fino a 12 febbraio, mentre per i propri soci e lettori organizzerà un ricevimento al Hotel De la Ville con il titolo “Re e Regine, Zar e Zarine”.
La rivista è molto amata tra le comunità russe residenti in Italia, Svizzera e territori limitrofi, ma anche in Russia, dove ha un rappresentante in ben cinque regioni.

Hotel-de-la -ville-rivista -Ozero-Komo-1

“Ozero Komo” è uno strumento particolarmente utile per i visitatori e i nuovi residenti, poiché permette di scoprire le bellezze del territorio lombardo nonché le attività produttive di alta qualità che lo contraddistinguono. Ogni numero è curato fin nei dettagli, sia per la qualità dei testi sia per l’approccio con gli sponsor: la comunicazione viene studiata ad hoc per ogni cliente, cercando di trasmettere la storia, il senso e quelle particolarità dell’azienda che possono risultare più interessanti per il mercato russo.

L’intervista allo scrittore russo Bernshtein che arriva da Zurigo per la lezione a Como il 28 gennaio, un articolo inedito sulla storia degli italiani in Crimea, proposte per il tempo libero, reportage degli eventi locali o mondani appena trascorsi e molto altro sicuramente faranno anche di questo numero una copia da collezionare.

commenta