Tre progetti per Monza Cardioprotetta al bilancio partecipativo: ecco come votare

Monza Città Cardioprotetta. Questo il nome del progetto di Brianza per il Cuore con lo scopo di dotare Monza di defibrillatori e "cittadini salvacuore".

Brianza-per-il-cuore-corso-BLSD-cardioprotetto-mb-3

Monza Città Cardioprotetta. Questo il nome del progetto di Brianza per il Cuore con lo scopo di dotare Monza di defibrillatori e “cittadini salvacuore” in grado di utilizzarli. Dopo il grande successo ottenuto nel quartiere San Rocco con il bilancio partecipativo dello scorso anno, tre nuove proposte possono essere votate per il 2017.

Per farlo è sufficiente recarsi sul sito Partecipa e Decidi (clicca qui) nella categoria “Sociale e cittadinanza attiva” supportando uno dei tre progetti per i quartieri Cazzaniga, San Gerardo e San Fruttuoso (in foto sotto). Si potrà votare fino a domenica 29 gennaio. Per sostenere una delle tre proposte cliccate sui seguenti link:  progetto 1, progetto 2, progetto 3.

Brianza-per-il-cuore-bilancio-partecipativo-monza-mb

Tre i cittadini che hanno richiesto l’intervento della onlus nel loro quartiere. Se i progetti rientrassero nelle scelte sarebbero attivati sulla scia di quello di San Rocco (leggi qui) ricevendo i fondi del Bilancio Partecipativo stanziati dal Comune di Monza.

Oltre a fornire ed installare il defibrillatore semiautomatico nella zona interessata, l’associazione monzese si occuperà di istruire i cittadini con il corso BLSD. I corsi si terranno rispettivamente nel Centro Civico San Biagio Cazzaniga, nel Centro Civico San Gerardo e nel Centro Civico San Fruttuoso.

Grazie al progetto “Monza Cardioprotetta“, Brianza per il Cuore è riuscita a dotare la città di ben 122 dispositivi DAE ma, senza i “cittadini salvacuore” in grado di utilizzarli, sono inutili. La lezione dura pochissime ore e non richiede competenze mediche specifiche, ecco perchè riscuote tanto successo. Dopo una prima parte teorica, i partecipanti saranno invitati a provare le manovre di primo soccorso utilizzando il defibrillatore. Al termine del corso, i cittadini verranno iscritti all’albo regionale dei soccorritori laici del 118.

Ecco alcune testimonianze di chi ha già fatto il corso presso la sede della onlus monzese:

 

 

 

commenta