Monza, giovane minacciato con un coltello per una sigaretta

Monza, giovane minacciato con un coltello per una sigaretta

Un ventiquattrenne monzese è stato aggredito è minacciato con un coltello da un quarantacinquenne straniero a cui ha rifiutato una sigaretta. L’uomo, a quanto si apprende, lo ha rapinato del pacchetto ed è fuggito senza portargli via ne il portafogli ne il telefonino.

L’aggressione, secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato di Monza, è avvenuta in strada ieri sera, dove il ventiquattrenne stava passeggiando in via Cavour e, appunto, fumando una sigaretta. “Dammene una” avrebbe detto l’aggressore al giovane che, però, ha rifiutato. Così il quarantacinquenne ha estratto un coltello, glielo ha puntato contro e gli ha ordinato di consegnargli il pacchetto. Poi è fuggito. Lo cercano gli uomini del commissariato di viale Romagna.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Valentina Rigano

Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!