Il “Sistema Sangalli” tra affari illeciti condanne

Il "Sistema Sangalli" tra affari illeciti condanne

La “Sangalli & C.” è sempre stata un’azienda florida e senza ombre fin quando, nel 2013, la Guardia di Finanza di Monza non ha arrestato Giancarlo Sangalli, defunto ieri al San Gerardo, e i suoi tre figli, accusati di aver collaborato con lui, al fine di aggiudicarsi appalti per oltre 260 milioni di euro in vari comuni di Lombardia, Lazio, Piemonte e Puglia, pagando tangenti.

In manette finì anche l’ex assessore Giovanni Antonicelli e gli arresti in totale furono ventotto. L’assessore era accusato di aver intascato tangenti per agevolare i Sangalli a Monza. L’inchiesta “Clean City”, oltre Monza, investì i comuni di Pioltello, Peschiera Borromeo, Andria e Frosinone, dove nei guai finirono altri politici. Le copiose pagine contenenti le intercettazioni, spinsero i pm Salvatore Bellomo e Giulia Rizzo titolari del fascicolo, a parlare di “Sistema Sangalli” e a formulare in poco più di un anno le accuse che valsero alla famiglia arrestata patteggiamenti a condanne dai due ai quattro anni.

Nel 2015, oltre ai Sangalli, anche gli altri accusati hanno chiuso il capitolo giudiziario relativo alla vicenda, tra patteggiamenti ed abbreviati, tra cui anche l’ex assessore Antonicelli. Il prossimo 30 gennaio invece, il Tribunale di Monza emetterà sentenza per la parte di inchiesta che ha visto coinvolti Sangalli e Brianzacque. Per l’accusa, l’ex presidente Raho avrebbe assegnato alla Sangalli uno studio di fattibilità per la nuova sede della società idrica, in cambio del futuro acquisto di un immobile in Costa Azzurra. Lo stesso giorno verrà emessa sentenza anche per Giuseppe Esposito, presunto esponente della camorra a Monza, accusato di corruzione. Per i magistrati avrebbe ottenuto illecitamente appalti di ristrutturazione affidati dal Comune di Monza alla Pi.gi.emme (società riconducibile ad Esposito).

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Valentina Rigano

Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!