Chi ha rubato conosce bene la Villa Reale. Ecco tutti i dettagli

Chi ha rubato conosce bene la Villa Reale. Ecco tutti i dettagli

Da quale porta sono entrati e, ancora, come hanno fatto a determinare quale fosse (se esiste) l’accesso privo di collegamento con l’antifurto? Sono solo alcuni dei molti interrogativi sul furto da 40 mila euro in Villa Reale, a cui stanno cercando di rispondere gli investigatori della Polizia di Stato di Monza.

Nella notte tra lunedì e martedì infatti, ignoti si sono introdotti nella reggia del Piermarini, hanno saccheggiato la cassaforte dopo aver corroso (forse con dell’acido) il tastierino, e sono fuggiti ancor prima dell’arrivo dei vigilantes della sicurezza privata (Leggi qui l’articolo). Un mistero su cui le indagini sono chiamate a fare luce. Intanto, a seguito del danno economico, le prime riflessioni da chi la Villa e gli eventi, li gestisce. Il denaro rubato infatti, era tutto incassi della biglietteria visite.

“Stiamo verificando il tutto – ha dichiarato Lorenzo Lamperti, direttore del Consorzio Villa Reale e Parco, che rappresenta le proprietà – ci sono diversi sistemi di allarme, Nuova Villa Reale gestisce quello del corpo centrale, mentre è in mano al Consorzio il sistema di allarme degli Appartamenti reali, di proprietà del ministero per i Beni culturali, nell’ala sud della Reggia”.

Secondo quanto ricostruito fino ad ora dagli investigatori, grazie anche alle delucidazioni di chi amministra il bene storico, chi ha rubato doveva conoscere molto bene la Reggia. Il servizio di videosorveglianza interno infatti, gli allarmi volumetrici e perimetrali, sono collegati alla vigilanza privata e trasmettono immagini in tempo reale. Dovrebbe quindi essere praticamente impossibile accedere senza essere ripresi in diretta. A meno di non sapere esattamente dove e quando entrare

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Valentina Rigano

Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!