22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Desio, aumentano i casi di vandalismo e violenza. La Lega chiede l'Esercito

Desio, aumentano i casi di vandalismo e violenza. La Lega chiede l’Esercito

15 Gennaio 2017

Inizio di anno da incubo per i cittadini di Desio. Infatti in queste prime settimane del 2017 sono stati numerosi i casi di vandalismo e violenza nella cittadina brianzola. Se solo qualche mese fa era stata rubata la cassaforte in Villa Tittoni, questa volta è toccato prima alle macchine incustodite dei cittadini e poi alla storica Sala Levi. 

Per una decina di residenti del quartiere di via Pirandello lunedì scorso è stato davvero un brutto risveglio, hanno trovato le proprie auto completamente devastate.

Altro caso è quello della Sala San Carlo (cappella per i defunti e da alcuni decenni aula civica aperta alla città) rovinata da alcuni teppisti che hanno devastato gli arredi, distruggendo apparati elettrici, sedie e tavoli

Le forze politiche opposte, in particolare la Lega Nord, lanciano gravi accuse nei confronti dell’amministrazione invitando il sindaco “a prendere atto della realtà e fare il proprio dovere in maniera dignitosa anziché ostentare e dipingere una città tranquilla. Come si legge in una nota pubblicata qualche giorno fà “Sono stati investiti soldi: le telecamere funzionano? A cosa è servito se poi non si riesce a risalire ai colpevoli e non arrivano risultati positivi? Pochi mesi fa è stata rubata la cassaforte in Villa Tittoni, questa volta distrutta la Sala Levi: possibile che gli edifici pubblici non abbiano un sistema di allarme in grado di proteggerli? Sindaco e assessore non sono in grado di garantire la sicurezza in questa città: intervenga l’esercito“.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Nicolò Calcagno
Nicolò Calcagno 27 anni, Alessandrino ma Brianzolo d’adozione. Liceo scientifico, studi umanistici. Amo la comunicazione e il giornalismo. Ho lavorato per Radio MilanInter, Radio Alex, Telelombardia, Official Made in Italy e Premium Sport. Attualmente collaboro con la redazione sportiva di Mediaset e racconto per MBNews tutto quello che succede a Desio e Lissone.


Articoli più letti di oggi