Quantcast
Sempre più "strafatti" di alcol e droga alla guida: a Monza 54 casi in 6 mesi - MBNews
Attualità

Sempre più “strafatti” di alcol e droga alla guida: a Monza 54 casi in 6 mesi

Sono in costante crescita i presidi degli agenti del comando di via Marsala volti alla repressione dei comportamenti illeciti al volante.

monza san rocco incidente 2

Polizia Locale, giro di vite per chi guida ubriaco  o sotto effetto di sostanze stupefacenti: in aumento i controlli. Sono in costante crescita i presidi degli agenti del comando di via Marsala volti alla repressione dei comportamenti illeciti al volante.

Per abbattere il numero di incidenti gravi o mortali che hanno visto coinvolti guidatori con tasso alcolico superiore al consentito, gli uomini in divisa hanno dichiarato guerra ad alcol e droghe, con tolleranza zero contro chi si mette alla guida in stato alterato. Solo nei primi sei mesi del 2016 (fino a giugno) sono state emesse 51 sanzioni per stato di ebrezza (6 delle quali sfociate nel penale) e 3 per assunzione di droga. La concentrazione più alta si ha nel fine settimana, complice il desiderio sconsiderato di “evasione”. Spesso, poi, in seguito al verificarsi di incidenti stradali. 

Il buon senso di certi automobilisti lascia a desiderare e per questo la Polizia Locale si è dotata di apparecchiature all’avanguardia e sempre più precise. Dipositivi di ultima generazione, a cominciare dal drug test: capace di individuare nel giro di pochi istanti se il soggetto ha o meno assunto droghe, e di quale tipo. Tutto grazie a un semplicissimo tampone di saliva. Non da meno gli etilometri, che vengono costantemente sottoposti a revisione e tarature.

Si tratta di indicatori che, in caso di positività, conducono a test di laboratorio approfonditi. – spiegano dal comando di via Marsala – Per questo vi è poi l’obbligo di sottoporsi a degli esami definitivi. Coloro che, risultando positivi al pre test, rifiutano l’analisi in ospedale, “ammettono” automaticamente il comportamento illecito e per questo scatta la fascia massima della sanzione”.

Il pericolo è duplice, sia per gli automobilisti sia per i passanti. A destare preoccupazione, poi, sono i casi in crescita di giovanissimi e neo patentati che alzano il gomito.  Di recente una ragazza di appena 21 anni è stata fermata dalla Polizia Locale durante un posto di blocco in viale Romagna a Monza. L’andatura incostante dell’auto, una Mercedes, e la velocità hanno attirato immediatamente l’attenzione degli agenti. Raggiunta pochi metri più avanti, la neopatentata ha mostrato fin da subito un atteggiamento “allegro”. Alito vinoso e parlantina troppo disinvolta hanno fatto sì che la 21enne fosse sottoposta ad alcol test. Il risultato è stato positivo: 1.7 g/l, tre volte oltre il limite consentito.

La monzese è stata denunciata per guida in stato di ebrezza con l’aggravante di aver conseguito la patente da meno di tre anni. Le è stato inoltre ritirato il documento di guida.

Immagine di repertorio.

 

commenta