Cultura

Villasanta, un salto nel Medioevo con il corteo storico e la scacchiera vivente

Gli abiti di Villasanta Medievale hanno colorato le vie del Centro storico cittadino regalando a Villasanta un tuffo nel passato.

MB.Villasanta.Corteo

In occasione della festa patronale Villasanta si veste con i colori del Medioevo. Sabato sera alle ore 20 e 30 è andato in scena il corteo storico che ha visto protagonisti i costumi e le maschere di Villasanta Medievale. Al termine della sfilata ha poi preso vita una partita di scacchi viventi tra i due maestri internazionali Luca Moroni e Giulio Borgo, vestiti entrambi in abiti storici per interpretare al meglio questa sfida dal sapore medievale.

Questa  serata, dedicata alla tradizione e al patrimonio storico culturale villasantese, ha rappresentato senza alcun dubbio il momento clou di questi quattro giorni dedicati alla celebrazione del Santo Patrono. Dopo aver sfilato tra le vie del centro cittadino, il corteo ha fatto il suo ingresso all’ombra del Municipio di Piazza Martiri della Libertà,  dove nonostante il primo freddo di stagione, una piccola folla ha accolto i figuranti con un caloroso applauso, capace di riscaldare l’anima e far dimenticare a tutti la bassa temperatura del termometro. Presente per l’occasione anche la coordinatrice della rievocazione storica di Monza: la signora Ghi Meregalli, che ha assistito dalla prima fila alla manifestazione fortemente voluta da Villasanta Medioevale, un’associazione che con il proprio patrimonio di oltre 200 abiti impreziosisce ogni anno diversi cortei storici, tra cui ovviamente quello monzese.

Prima di dare il via alla sfida  inscenata sulla scacchiera gigante al centro della piazza, hanno avuto modo di parlare ai presenti sia il sindaco Ornago, sia il nuovo parroco di San’Anastasia: Don Alessandro Chiesa. Mb.Corteo.Villasanta.12Entrambi hanno sottolineato lo straordinario valore di coesione sociale rappresentato da momenti come questo, cogliendo poi l’occasione per ringraziare pubblicamente Alfredo Consonni, il presidente di Villasanta Medievale che per motivi di salute è stato purtroppo il grande assente della serata. Prima di procedere con la sfida tra i due scacchisti, ha parlato anche il presidente del’associazione La Mongolfiera di Velasca Samuele Stucchi, che ha illustrato ai presenti i curriculum sportivi dei due sfidanti, registi di una partita senza esclusione di colpi  che ha visto trionfare il giovane Luca Moroni, nel più classico dei casi in cui l’allievo batte il maestro.

Un momento di festa all’insegna della tradizione, ma anche un ponte tra generazioni passate e future, considerato il grande numero di giovani presenti in piazza. Ma le sorprese dedicate alla festa patronale di Vuillasanta non finiscono qui. Il calendario degli appuntamenti dedicati a questa ricorrenza terminerà lunedì 10 ottobre con la  Conferenza “Come parli, frate?” L’arte di dire qualcosa a qualcuno, a cura di Centro Culturale Educativo Don Pietro Spreafico presso la Sala Congressi di Villa Camperio.

 

 

commenta