16 Maggio 2021 Segnala una notizia
Ruba le offerte in Chiesa a Lissone: fermato il ladro 'blasfemo'

Ruba le offerte in Chiesa a Lissone: fermato il ladro ‘blasfemo’

3 Ottobre 2016

Oggi non c’è davvero più religione, come si sente dire spesso in giro? A vedere quello che è successo a Lissone, viene da pensare che sia così. O, almeno, che nemmeno nei confronti di un luogo sacro come una chiesa ci sia il rispetto di una volta. Sicuramente non ne ha avuto il 19enne che ha tentato di rubare dalla cassetta delle offerte della Chiesa Prepositurale in pieno centro a Lissone.

Il giovane, che vive nella città alle porte di Monza, ma è di origini agrigentine, aveva escogitato un metodo ingegnoso per compiere l’insolito furto. Si serviva di un metro retrattile con il quale riusciva a prelevare il denaro contenuto nella cassetta. L’operazione, però, è stata scoperta. Non tanto da Dio, che, per quanto presente nel luogo di culto, non avrebbe comunque potuto parlare, ma dal Parroco della Chiesa Prepositurale. Il 19enne, pregiudicato, a quel punto, ha provato a darsi alla fuga. Ma non è riuscito ad andare molto lontano. I Carabinieri di Lissone, infatti, lo hanno fermato. Ora è stato deferito a piede libero per tentato furto. Il giovane se vorrà, potrà chiedere ed ottenere il perdono dalla giustizia divina. Per quella terrena, invece, l’esito è più incerto.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi