09 Maggio 2021 Segnala una notizia
Poste:  il 4 novembre sarà Sciopero Generale

Poste: il 4 novembre sarà Sciopero Generale

26 Ottobre 2016

Le Segreterie Nazionali Slp-Cisl, Slc-Cgil, Failp-Cisal, Confasal.Com e Ugl-Com hanno proclamato lo sciopero generale in Poste Italiane Spa per l’intera giornata del 4 novembre 2016 con manifestazioni in ogni regione e a Milano un presidio di fronte la sede della Borsa in Piazza Affari.

“La decisione del Consiglio dei Ministri di quotare in Borsa un ulteriore 29,7% e del conferimento a Cassa Depositi e Prestiti del rimanente 35% del capitale, con l’uscita definitiva del Ministero dell’Economia dall’azionariato di Poste Italiane, muta completamente gli assetti societari e il controllo pubblico in Poste Italiane. Una decisione assunta a breve distanza dal primo collocamento azionario di oltre il 30% effettuato ad ottobre 2015” si legge nella nota stampa della Cgil che sottolinea: “Una privatizzazione che ha il solo scopo di fare “cassa” e recuperare qualche miliardo di euro per ridurre in quantità insignificante il debito pubblico, ma che non tiene in considerazione il ruolo sociale svolto da Poste Italiane sull’intera nazione.  Già ora si assiste ai reiterati interventi di chiusura degli Uffici Postali nelle zone più disagiate e al recapito della corrispondenza a giorni alterni, scelta contestata recentemente dal Parlamento Europeo, compromettendo qualità del servizio offerto e la garanzia del servizio universale. Una privatizzazione totale di Poste italiane mette in discussione non solo anni di sacrificio e di lavoro profuso dai dipendenti per darle una dimensione d’impresa tra le più importanti in Italia, ma anche il futuro svolgimento del servizio universale, l’unitarietà dell’Azienda e la sua tenuta occupazionale”.

Ma non è tutto una altra serie di questioni preoccupano le Organizzazioni Sindacali: la chiusura totale o parziale di numerosi uffici postali in tutto il territorio nazionale , così come quelli già chiusi nel nostro territorio (Agliate, Capriano, AgrateB.za), indebolendo il ruolo “pubblico” di Poste ed il suo presidio sociale sul territorio; l’avvio della consegna della corrispondenza a giorni alterni, i cui effetti deleteri già si registrano nei centri di recapito di molte province Lombarde (vedi Lecco, Cremona, Pavia, Varese, Bergamo, Brescia e Sondrio) e il prosieguo del Piano Industriale, denominato Poste 2020, che procede tra mille ostacoli organizzativi e funzionali e, soprattutto, senza una vera idea di rilancio della logistica integrata.

“Un futuro incerto si prefigura per i lavoratori postali – continua la nota – cedendo l’Azienda Poste ai privati, il cui solo interesse è quello di realizzare profitti, si butta alle ortiche la storica funzione sociale che l’Azienda ha nel Paese. Come SLC CGIL, temiamo che sia concretamente a rischio il ruolo di Poste come fornitore di servizio pubblico e siamo oltremodo preoccupati per le possibili pesanti ricadute alla tenuta occupazionale. La riorganizzazione del recapito postale e della logistica sta proseguendo unilateralmente con enormi disagi per tutti; aumentano le giacenze nei centri di recapito e si moltiplicano i reclami e le proteste dei cittadini e amministrazioni locali che vedono peggiorare la qualità del servizio soprattutto per la popolazione più disagiata.  A questa situazione si aggiungono le problematiche delle carenze di addetti agli sportelli nella maggior parte degli Uffici Postali (particolarmente pesante anche in Monza e Brianza) e le continue pressioni commerciali in Mercato Privati, tutti temi sui quali non abbiamo avuto alcuna risposta da parte dell’azienda nel corso dell’ultimo incontro con le OO.SS”.

Queste le motivazioni che hanno indotto le segreterie Nazionali, unitamente alle segreterie Territoriali a lanciare una fase di forte mobilitazione che culminerà con lo Sciopero Generale del 4 novembre con manifestazioni in tutta Italia.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi