14 Maggio 2021 Segnala una notizia
Operazione "Six Towns", maxi indagine antimafia: arresti anche in Brianza

Operazione “Six Towns”, maxi indagine antimafia: arresti anche in Brianza

18 Ottobre 2016

Nella nottata del 18 ottobre 2016, oltre centocinquanta Carabinieri del Comando Provinciale di Crotone hanno setacciato i comprensori di Belvedere Spinello, Rocca di Neto, Caccuri, Cerenzia e Castelsilano (KR), nonchè di San Giovanni in Fiore (CS) e varie località delle province di Milano, Pavia, Varese e Monza-Brianza, in collaborazione con le unità speciali dell’Arma del “Gruppo Operativo Calabria” e dello “Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria” di Vibo Valentia, per la cattura di trenta, su ordinanza di cattura emessa dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro.

L’operazione fa riferimento a un’indagine finalizzata a smantellare una pericolosa struttura ndranghetista, i cui reati contestati vanno dall’associazione di tipo mafioso, all’omicidio, al traffico di sostanze stupefacenti, alle estorsioni, al favoreggiamento di latitanti, alla ricettazione e alla violazione in materia di armi.

I provvedimenti, adottati dal G.I.P. di Catanzaro dott. Antonio Battaglia, hanno colpito la denominata “Locale di Belvedere Spinello”, che vantava uomini operativi su sei località distribuite tra la provincia di Crotone (Belvedere Spinello, Rocca di Neto, Caccuri, Cerenzia e Castelsilano) e Cosenza (San Giovanni in Fiore), contando anche su propaggini operative in Lombardia (una ‘ndrina distaccata radicata nella città di Rho, alla periferia nord di Milano) e in Brianza.

Le indagini hanno avuto inizio a seguito del duplice omicidio di Tommaso Misiano e Gaetano Benincasa, verificatosi a Rocca di Neto il 18 luglio 2008. Altri due delitti sono stati attribuiti ad appartenenti al gruppo criminale, quello di Francesco Iona (1999) e Antonio Silletta (2006), perpetrati con modalità particolarmente violente e sanguinose e maturati nell’ambito di “regolamenti di conti” e dinamiche riconducibili alla gestione degli affari illeciti e alla scalata al controllo della “Locale”.

Il lavoro degli inquirenti si è poi concentrato anche sul traffico di stupefacenti – cocaina in primis, ma anche hashish e marijuana – che, dalla Calabria o da stati quali Olanda, Belgio e Spagna venivano fatti confluire nell’hinterland milanese per lo spaccio sul mercato locale, gestito direttamente dalla ‘ndrina di Rho, “succursale” distaccata della “Locale di Belvedere Spinello”. Dei trentasei destinatari di provvedimenti cautelari, trentadue si trovavano in stato di libertà, cinque ai domiciliari e ventidue in carcere. Cinque personaggi, irreperibili, sono attivamente ricercati. Altri quattro soggetti, già arrestati per altri delitti, hanno ricevuto l’ordinanza nelle carceri di Bollate e Padova. La Procura Distrettuale Antimafia ha emesso inoltre provvedimenti di sequestro di diversi beni immobili e mobili registrati, tra cui più di 50 terreni, 26 fabbricati e 8 veicoli, nonché diverse società ed imprese commerciali, per un valore complessivo di circa 7 milioni di Euro.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi