09 Maggio 2021 Segnala una notizia
Gi Group Team Monza: fermato alla “prima” dalla Lube Civitanova

Gi Group Team Monza: fermato alla “prima” dalla Lube Civitanova

3 Ottobre 2016

Non è bastata la carica dei 3363 del Palazzetto dello Sport di Monza (record assoluto di spettatori da quando la prima squadra del Consorzio Vero Volley è in Superlega) a spingere il Gi Group Team Monza a sfatare il tabù Civitanova, tra i sestetti della massima categoria della pallavolo italiana contro cui la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley non è mai riuscita a sorridere.

I marchigiani passano 3-0 in Brianza sfornando una prova maiuscola, guidati dai lampi di Juantorena, MVP della gara, autore di 18 punti e 1 ace, Sokolov (17 punti e 2 muri) e dalla precisa regia di Corvetta, capace di non far rimpiangere la pesante assenza di Christenson, ancora fermo ai box per l’infortunio al menisco dal quale sta recuperando. Ad un Gi Group Team ancora in evidente fase di rodaggio, considerando che Hirsch, Fromm, Dzavoronok e Verhees, si sono aggregati per la prima volta alla squadra soltanto questa settimana, rimane la consapevolezza di poter trovare giornate migliori attraverso un lavoro in palestra al completo. Da sottolineare positivamente per i padroni di casa il buon impatto di Christian Fromm con la sua nuova maglia, 10 punti e 1 ace e di Thomas Beretta, 2 ace, 2 muri.

Marco Rizzo, libero Gi Group Monza: “Peccato, perché oggi ci credevamo fortemente. E’ vero che di fronte abbiamo trovato una delle migliori formazioni del campionato e che abbiamo iniziato ad allenarci al completo solo due giorni fa, ma il gruppo era fortemente motivato e carico per questa sfida. Ripartiamo dall’approccio con cui abbiamo disputato il secondo set e dalla certezza di poter iniziare a lavorare tutti insieme. Domenica abbiamo un’altra partita importante sul campo di Vibo Valentia e l’obiettivo è quello di arrivarci nelle migliori condizioni possibili”.

Denys Kaliberda, schiacciatore Cucine Lube Civitanova: “Iniziare con una vittoria la stagione fa sempre piacere. Credo che il nostro muro-difesa e l’intensità al servizio oggi abbiano fatto la differenza. Abbiamo espresso un’ottima pallavolo, e di questo siamo felici, ma domani si riparte da capo. Domenica arriva Piacenza, per una gara che sarà certamente più difficile sulla carta, e alla quale dobbiamo arrivare concentrati”.

Il Gi Group Team Monza sarà impegnato sul mondoflex del Pala Valentia di Vibo Valentia, contro la Tonno Callipo Vibo Valentia, domenica 9 ottobre, alle ore 18.00, per la seconda giornata di andata della SuperLega UnipolSai 2016/2017 (diretta Lega Volley Channel – Sportube).

LA CRONACA IN BREVE

Partenza sprint della Lube che, grazie ad un filotto di tre punti (muro Kaliberda, muro Stankovic, ace Juantorena), costringe Falasca subito il time-out, 5-1. Al ritorno in campo gli ospiti continuano a martellare con Sokolov, 7-2, ma il Gi Group reagisce andando a segno con Hirsch, 10-6. Dopo il time-out chiamato da Falasca sul 12-6 per gli ospiti, si prosegue con la Lube che scappa ed il Gi Group Team che prova a rincorrere (16-9 Botto). I marchigiani però non si fermano (18-9, Juantorena) e così Falasca inserisce Daldello al posto di Jovovic. I monzesi tentano di rientrare nel set con il muro di Verhees e l’attacco vincente di Hirsch, 22-14, ma ormai la distanza è troppa e, con un filotto di tre punti, il sestetto di Blengini chiude il primo gioco, 25-14 (ace di Kaliberda).

Nel secondo set c’è grande equilibrio fin dalle prime battute: il Gi Group Team che prova a scappare con Hirsch e Fromm ma la Lube prima risponde con prontamente con Sokolov e Candellaro (5-5) e poi allunga ancora con il bulgaro, 9-6. Questa volta, però, il sestetto di Falasca non si fa sorprendere e con due giocate di Beretta si rifà sotto, 11-9. Dopo qualche errore da entrambe le parti, con gli ospiti avanti (16-13), Botto prova a dare una scossa ai suoi, riportando sotto il Gi Group (18-16), ma la risalita monzese dura poco: Sokolov, Juantorena e Kaliberda spingono la Lube avanti, 23-19. Non bastano la giocata di Fromm e le due di Galliani a riaprire il set (24-23), gli ospiti chiudono il gioco 25-23 e si portano sul 2-0.

Il terzo gioco si apre sulla falsariga del primo, con la Lube che vola sul 4-0 dopo le prime battute e Falasca che chiama a raccolta i suoi. Qualche errore monzese agevola la discesa marchigiana (7-1), il tecnico di casa prova il cambio del primo set Daldello-Jovovic e i padroni di casa risalgono la china fino al 10-7 (attacco vincente ed ace di Fromm). La Lube, però, trainata dall’ottima intesa della diagonale Corvetta-Sokolov, e dal duo centrale Stankovic-Candellaro (il primo autore anche di un ace), riallunga 18-10, spaccando il set. Nel finale finale il Gi Group Team si affida alle giocate di Verhees e Beretta (24-15), ma un attacco di Juantorena chiude set, 25-15, e partita 3-0 per la truppa di Blengini.

GI GROUP TEAM MONZA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (14-25, 23-25, 15-25)

GI GROUP TEAM MONZA: Verhees 5, Jovovic, Botto 4, Beretta 5, Hirsch 8, Fromm 10; Rizzo (L). Daldello, Galliani 3, Dzavoronok, Brunetti. N.E. Terpin, Forni. All. Falasca

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Candellaro 6, Corvetta, Juantorena 18, Stankovic 12, Sokolov 17, Kaliberda 8; Grebennikov (L). Casadei, Pesaresi, Cebulj. N.E. Jaumel, Cester, Randazzo. All. Blengini

Arbitri: La Micela Sandro, Boris Roberto
Durata Set: 31‘, 36‘, 27‘; totale 1h34‘
Gi Group Team Monza: battute sbagliate 8, vincenti 3, muri 5, errori 12, attacco 33%.
Cucine Lube Civitanova: battute sbagliate 11, vincenti 3, muri 6, errori 16, attacco 59%.
Spettatori: 3363
Impianto: Palazzetto dello Sport di Monza
MVP: Osmany Juantorena

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi