11 Maggio 2021 Segnala una notizia
Attivo in Brianza e vicino all'ndrangheta, sequestrati beni per 2,5 milioni

Attivo in Brianza e vicino all’ndrangheta, sequestrati beni per 2,5 milioni

24 Ottobre 2016

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano stanno eseguendo in queste ore un decreto di sequestro, emesso dalla Sezione Autonoma Misure di Prevenzione del Tribunale di Como, di beni immobili e compendi aziendali di valore stimato complessivamente pari a circa 2,5 milioni di euro e riconducibili ad un italiano “abitualmente” dedito al traffico (anche internazionale) di stupefacenti ed estorsione, e con l’appurata disponibilità di un patrimonio sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati.

Le investigazioni – svolte dal Nucleo di Polizia Tributaria di Milano e dirette dalla Procura della Repubblica di Milano D.D.A. fanno riferimento a un uomo che attualmente è in carcere in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Milano per reati di traffico di stupefacenti ed estorsione, commessi dall’anno 2007 in avanti ed appurati a seguito di indagini eseguite dall’Arma dei Carabinieri di Monza sotto il coordinamento della medesima Procura, nel cui ambito è stato rilevato come lo stesso fosse punto di riferimento di soggetti appartenenti all’ndrangheta.

Il sequestro in argomento riguarda 14 immobili e terreni, il capitale sociale ed il compendio aziendale di una società nonché decine di orologi di pregio ed altri gioielli e oggetti preziosi, questi ultimi già sequestrati nel corso delle pregresse indagini.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi