08 Maggio 2021 Segnala una notizia
Caso di Via Asiago, la Prefettura : "Risolveremo il problema convivenza" 

Caso di Via Asiago, la Prefettura : “Risolveremo il problema convivenza” 

14 Settembre 2016

Il Prefetto di Monza e Brianza Giovanna Vilasi, ha incontrato ieri in via Prina i residenti di un condomino di Monza dove sono stati stanziati centotrenta migranti, a fronte delle lamentele dei proprietari degli appartamenti sulle difficoltà di convivenza. All’incontro ha preso parte anche il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti.

Il Prefetto ha dichiarato ad Ansa di “aver concordato un incontro con i cittadini di via Asiago ogni due settimane per far fronte alle loro problematiche”, poi ha aggiunto “si cercheranno soluzioni per alleggerire le presenze, oltre al fatto di garantire un costante monitoraggio della situazione e di non destinare altri migranti allo stesso stabile”.

Il prefetto si è anche impegnato a garantire che il numero dei richiedenti asilo non sarà aumentato, dall’altra parte non ha neanche potuto accogliere la richiesta di azzerare la presenza degli stessi.
Nell’immediato la prefettura vuole sostituire gli attuali ospiti con nuclei famigliari che garantirebbero maggiore tranquillità ai residenti. Per lo stesso motivo verrà migliorata l’illuminazione dello stabile.
Infine, gradualmente l’ente procederà ad una riduzione dei migranti nella palazzina di via Asiago.

I residenti, disperati (leggi qui le loro reazioni dopo l’incontro di ieri) dal canto loro, stanno pensando di fare causa al costruttore.

 

Articolo aggiornato alle 11,30 del 15 settembre 2016

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi