08 Maggio 2021 Segnala una notizia
Profughi di via Asiago, risposta del Comune. Allevi "Mai più così"

Profughi di via Asiago, risposta del Comune. Allevi “Mai più così”

16 Settembre 2016

Il Comune di Monza, guidato dalla giunta PD, a seguito della lettera dei residenti di via Asiago risponde:  “Dal Prefetto di Monza è giunta massima disponibilità ad alleviare il disagio che da diversi mesi i residenti del condominio di via Asiago, nel quale sono ospitati migranti in attesa del riconoscimento di asilo, stanno sopportando. Rappresentata dal signor Prefetto ai condomini l’impossibilità attuale per la Prefettura di destinare ad altra sede i migranti, al termine del recente e lungo incontro con una numerosa delegazione di residenti promosso dal sindaco Scanagatti, sono state illustrati interventi attuabili da subito che, anche agendo sul soggetto gestore circa il pieno adempimento degli obblighi sottoscritti, così da garantire una presenza di operatori numericamente adeguati e professionalmente competenti, potranno intanto iniziare a contenere l’impatto generato dal numero di ospiti in un contesto residenziale. Il Comune, per ciò che possibile nell’ambito delle sue competenze e disponibilità, ha garantito il proprio sostegno a tutte le soluzioni che potranno alleviare nell’immediato e stabilmente il disagio dei residenti“.

Il Comune di Monza, inoltre, insieme a tanti comuni rappresentati da Anci, sta chiedendo al Governo l’urgente riforma dell’attuale sistema per ottenere un maggior coinvolgimento dei Comuni nella gestione locale e una maggiore condivisione dell’emergenza tra gli enti locali. Su più di 8 mila comuni italiani, infatti, la gestione dell’emergenza ricade attualmente solo su circa un migliaio.

Di tutt’altro parere è il possibile candidato sindaco di Monza (elezioni in vista per il 2017), Dario Allevi (FI): “Non si gestisce così una situazione a tal punto delicata da rischiare di creare degli scontri sociali. Chi ha il potere di fare qualcosa avrebbe dovuto già attivarsi da un pezzo. Gli abitanti della palazzina di via Asiago sono stati fin troppo pazienti, sopratutto verso le istituzioni, in particolare il sindaco che solo oggi prende posizione.” – L’ex presidente della provincia aggiunge anche: “Oggi, è vero, serve una distribuzione più omogenea dei richiedenti asilo, a partire, però, di quella all’interno della stessa città: concentrare in un unico luogo così tanti migranti non poteva che creare la situazione che da mese leggiamo sulle cronache dei giornali.”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi