13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Pavan Free Bike: il team brianzolo porta a casa risultati soddisfacenti

Pavan Free Bike: il team brianzolo porta a casa risultati soddisfacenti

13 Settembre 2016

Un altro week end da ricordare per Pavan Free Bike che dopo la Marathon Bike della Brianza è tornato alle gare in circuito per il G.P. Pais de Par, una delle gare storiche del campionato.

La penultima prova di Orobie Cup è stata una gara esaltante per Stefano Moretti che ha centrato con un secondo posto per la quinta domenica consecutiva il podio, terminando alle spalle del vincitore assoluto Andrea Giuppponi.  L’ingegnere bergamasco non ha tradito le aspettative della vigilia e sul tracciato di Parre è stato costantemente in seconda posizione, dimostrando grinta e carattere:  “Sono contento del risultato, sto attraversando un buon periodo di forma in questo finale di stagione” – dice Moretti – “Mi sono sentito bene fin dall’inizio e ho capito presto di poter fare un’ottima gara, dopo la prima salita siamo rimasti al comando in tre, poi quando nei chilometri successivi Lazzaroni ha forato e Andrea Giupponi ha preso sempre più vantaggio, ho tenuto il mio passo e, senza problemi ho difeso la seconda posizioni.  Ora sono più consapevole di avere il  potenziale per la vittoria assoluta e questo mi da morale per le prossime gare.  Oggi ho trovato il terreno ideale per fare una gara perfetta e ho corso con l’obiettivo è portare a casa il maggior numero di punti per il circuito, anche questa volta ci sono riuscito”

Settimo assoluto, come nel 2015, Michele Bonacina, con la vittoria nella categoria Master 3 ha recuperato una posizione nella generale di Orobie Cup ed ora occupa la quarta assoluta.   Poco soddisfatto della sua gara Cristian Boffelli, che nonostante sia riuscito ad entrare nella top ten e aver dato tutto per riuscire a recuperare punti per arrivare nella top 3 del circuito, lascia Parre con qualche dubbio sulla sua condizione per aver sofferto tantissimo nel finale.  Anche Mirko Gritti, 12° assoluto, lascia Parre con qualche amarezza e una gara generosa in cui sapeva di avere una delle ultime chance per la corsa verso la vittoria di categoria nel circuito.  Per questo il 26enne di Brembate Sopra ha cercato di mettere il suo avversario diretto per la vittoria sotto pressione, risalendo con un gran recupero fino alla terza posizione, per staccare il rivale, ma i crampi sull’ultima salita lo hanno fatto scivolare indietro, verso un risultato che compromette quasi definitivamente la sua corsa verso la vittoria di categoria.

Con il quarto posto nella gara femminile, Paola Bonacina, sembra aver invece messo al sicuro la sua seconda posizione in Orobie Cup, circuito che negli ultimi cinque anni l’ha sempre vista tra le protagoniste assolute.  Tra le Donne Esordienti, chiude sesta Cristina Confalonieri.

Grande gara di Marco Villa alla Val di Fassa Bike, corsa su unnuovo percorso di 48 Km con partenza e arrivo in centro a Moena.   Con una gara gestita magistralmente, Villa ha concluso 47° assoluto e quarto di categoria, dopo aver tenuto accese fino agli ultimi chilometri le possibilità per il terzo gradino del podio.

Sempre domenica è andata in scena a Cantù la penultima prova del Master MTB Cicli Pozzi.   Sul percorso ricavato nei boschi di Santa Naga e Cascina Varenna, le classifiche hanno visto i buoni risultati dei giovanissimi Alessandro Conca e Giacomo Fossati ai primi due posti della categoria Primavera e il secondo di Martina Galliani tra le donne.   Bene anche Andrea Paleari e Maurizio Brambilla, decimo e sesto nelle rispettive categorie.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi