13 Maggio 2021 Segnala una notizia
Open d'Italia di golf flagellato dal maltempo. Passerella di Vip al Parco

Open d’Italia di golf flagellato dal maltempo. Passerella di Vip al Parco

16 Settembre 2016

È il maltempo il grande protagonista del 73° Open d’Italia di golf, in corso di svolgimento sul percorso del Golf Club Milano all’interno del Parco di Monza.

Sia il primo che il secondo giorno di gare sono stati rovinati da temporali, che hanno rallentato notevolmente il programma di gara, al punto che non è certo che si riuscirà a terminare entro la serata di domenica. La gara è infatti stata interrotta per ore giovedì mattina e pure venerdì pomeriggio intorno alle 15.30.

golf-milano-monza-open-alberi-mbLe condizioni ballerine del tempo difficilmente permetteranno agli organizzatori di bissare lo straordinario successo di pubblico dell’anno scorso quando l’Open d’Italia, tornato a Monza dopo molti anni, vide la presenza, peraltro molto composta, di ben 50mila spettatori, di cui 16mila nell’ultimo giorno di gara. Peccato perché le premesse per un bagno di folla attorno a molti grandi protagonisti del golf mondiale (a Monza sono presenti 11 dei primi 50 giocatori al mondo tra cui l’undicesimo nel ranking) c’erano tutte. Il battage pubblicitario, sostenuto dal successo conseguito dalla Federazione, che organizzerà la prestigiosissima Ryder Cup nel 2022, e la confermata gratuità dell’evento promettevano numeri importanti. Come quelli vantati dall’organizzazione, che ha portato al Parco Reale 156 atleti di 26 nazioni, tra i quali tutti i migliori d’Italia.

parco-monza-golf-albero-rifiuti-mbSia giovedì pomeriggio che venerdì mattina il villaggio del golf si è comunque animato di gente, dagli appassionati della disciplina alle famigliole passando per i curiosi che si sono fatti un giro per svariati motivi. Uno di questi motivi, che riguarda in particolare i monzesi, era il fatto che l’ampia zona del parco gestita dal Golf Club Milano è normalmente chiusa al pubblico, a meno che non si sia amici di qualche socio. Dunque l’Open può rappresentare un’occasione unica (dall’anno prossimo la manifestazione tornerà a Roma) per visitare questi 90 ettari di parco storico incastonati tra l’autodromo e la frazione di San Giorgio. Noi l’abbiamo fatto e se da una parte abbiamo apprezzato la cura nella manutenzione di prati e alberature (nei giorni dell’Open sarebbe stato clamoroso osservare qualcosa di diverso), dall’altra ci chiediamo come sia possibile che un patrimonio così bello (scoiattolo grigio sceso dall’albero per sgranocchiare una nocciola compreso) non possa essere aperto almeno un giorno all’anno alla cittadinanza, come si fa per Ville Aperte, naturalmente col divieto di attraversare i “tee”, i terreni di pratica del golf. Anche perché se è vero che il pericolo “inciviltà” è sempre incombente (come dimostra la foto scattata tra la buca 15 e la 16 di una coppa di gelato vuota abbandonata sull’albero, ma si sa che la mamma dei cretini è sempre incinta), è anche vero che per una passeggiata in una bella giornata di primavera, o magari autunno dove i colori sono più belli, gli utenti sarebbero selezionati perché sicuramente amanti della natura.

monza-open-stand-brianza-cuore-mbTornando all’Open, abbiamo apprezzato l’organizzazione, che tra l’altro ha saputo dare uno sguardo fuori dalla “finestra della casa del golf”, ospitando nel Villaggio Commerciale stand di associazioni di volontariato, come la benemerita Brianza per il cuore Onlus, nonché il Villaggio dello sport del Coni (inaugurato ieri dal presidente nazionale Giovanni Malagò) dove però le società sportive locali sono poche nonostante gli inviti ad aderire del presidente regionale Oreste Perri. Per quanto riguarda il golf, c’è tutto quanto un golfista, ma soprattutto uno che si vuole avvicinare alla disciplina, può desiderare: stand di attrezzature e abbigliamento e campi pratica per provare a tirare i primi colpi assistiti da un maestro o semplicemente per provare le nuove mazze proposte dagli operatori del settore. Il golf sta diventando sempre più popolare, del resto, nonostante molti circoli continuino a perseguire la politica del golf visto non come uno sport ma come uno “status symbol” sociale.

golf-milano-monza-open-villaggio-pubblico-mbDa segnalare, infine, che oltre alla gara dei professionisti sono stati organizzati altri eventi che hanno attirato l’interesse della gente comune come il driving contest nel limitrofo autodromo martedì, il CheBanca! Pro Am e l’U.S. Kids Pro Am mercoledi, ossia le gare riservate ai dilettanti (presenti tra i vari Vip gli ex calciatori di Juventus e Milan, rispettivamente Alessandro Del Piero e Mauro Tassotti, l’ex commissario tecnico della Nazionale italiana, Cesare Prandelli e lo showman di casa a Monza, Valerio Staffelli) e ai bambini, l’esposizione dell’ambitissima Ryder Cup giovedì, “Questions and answers” giovedì e venerdì, dove i campioni del golf hanno svelato aneddoti e curiosità interagendo con il pubblico. Anche domani sarà possibile rivolgere domande ai giocatori alle ore 14.30.

golf-milano-monza-open-villaggio-mbNon ha funzionato invece l’invito nella giornata di oggi a indossare capi con i colori della bandiera italiana per sostenere l’opera a favore delle popolazioni delle zone terremotate del charity partner ActionAid: pochissimi infatti gli spettatori che sfoggiavano divise tricolori.

Per quanto riguarda la gara, in testa c’è l’inglese Chris Paisley con un colpo di vantaggio sul connazionale Danny Willett, campione Masters. Il terzo posto è dell’australiano Richard Green, affiancato dal francese Alexander Levy e dall’inglese Chris Hanson. Il vincitore dell’Open 2015 e capoclassifica dopo la prima giornata, lo svedese Rikard Karlberg, è sceso al sesto posto. Ha perso terreno anche Francesco Molinari, che era secondo e ora è ottavo affiancato dal tedesco Martin Kaymer. Gli altri italiani sono oltre il ventesimo posto.

Domani arriveranno al Parco di Monza per l’Open autorevoli rappresentanti dello sport lombardo, a cominciare dal pugile Roberto Cammarelle  (oro olimpico nei Supermassimi a Pechino 2008), atteso per le 14.30. Saranno presenti anche gli atleti delle due squadre di pallavolo monzesi del Consorzio Vero Volley.

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi