Monza, Villa Reale, Giardini e Parco a portata di “App”

Monza, Villa Reale, Giardini e Parco a portata di "App"

Un app per visitare il Parco, la Villa e i Giardini. La novità è stata presentata martedì mattina dal Consorzio di gestione nel corso di una conferenza stampa convocata al Teatrino di Villa Reale. L’applicazione, che per il complesso reale rappresenta un ulteriore passo in avanti dal punto di vista turistico, è stata realizzata grazie al contributo del bando Innova cultura, finanziato da Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Camere di commercio Monza, Milano e Lecco e gestito da Unioncamere Lombardia.

app-reggiaCome tutte le app, anche questa può essere scaricata sullo smartphone o sul tablet e consente scoprire le bellezze del polmone e dell’ex reggia sabauda con alcuni semplici clic.

La app mette a disposizione del visitatore oltre sei percorsi interattivi che permettono di rivelare al pubblico tutti i luoghi più importanti, sono presenti delle sezioni dedicate ad approfondimenti, social wall, eventi in programma e una pagina che permette di effettuare una ricerca integrata per esplorare il territorio.

“Da oggi il visitatore ha uno strumento in più a disposizione per godere di un bene di grande valore che sta contribuendo all’affermazione del nostro territorio – ha dichiarato il sindaco, Roberto Scanagatti -. Gli angoli più nascosti e suggestivi verranno svelati a tutti, agli adulti e ai più piccoli”.

L’applicazione, grazie a notifiche gestite dal Gps, accompagnerà l’utente per 35 km di percorsi mappati e un totale di 264 punti di interesse.

L’applicazione “Reggia Monza” è disponibile su App Store e Play Store.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.

Su Riccardo Rosa

Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.