08 Maggio 2021 Segnala una notizia
"Più controlli contro il degrado in piazza Indipendenza a Monza"

“Più controlli contro il degrado in piazza Indipendenza a Monza”

12 Settembre 2016

“Vogliamo scappare da Monza”. Sicuramente vogliono scappare da piazza Indipendenza Monza: se di giorno è zona tranquilla ricca di attività commerciali, la notte purtroppo la situazione cambia completamente. Gruppi di persone ubriache gettano nel degrado la zona: bottiglie rotte, schiamazzi e risse. I controlli da parte della forze dell’ordine non mancano, come testimoniano sia la foto sia il video pubblicati, ma non bastano. E ora, dopo la “denuncia” di CambiaMonza, che ha deciso di sposare la causa di residenti e commercianti, ormai esasperati, riceviamo e pubblichiamo la lettera di un lettore che abita proprio in quella zona.

“Da qualche anno la piazza vive anche la sera animata da gente che conversa, mangia il gelato, beve la birra in bicchieri di plastica, il tutto in serenità. Certo il rumore c’è ma avendo deciso di vivere in centro non ce ne lamentiamo.

Quel di cui ci lamentiamo con preoccupazione sono gruppi di ubriachi molesti ed aggressivi, purtroppo sempre stranieri, che con ormai sempre più frequenza hanno deciso che Piazza Indipendenza è il posto ideale per trovarsi a bere e darsele di santa ragione. Questo tipo di gente non viene attratta qui dalle attività commerciali, bensì da un piccolo negozio di alimentari che si affaccia proprio sulla piazza. Qui i gestori vendono birra fresca in bottiglia fino a notte inoltrata. Evidentemente possono. Ma che assurdità che altri bar presenti siano giustamente costretti a fare uscire birra solo in bicchieri di plastica e a 2 metri un negozio possa vendere birra fresca in bottiglia. Chissà come mai tutti gli ubriachi molesti vanno proprio sempre da loro a comprare le bottiglie. Si fermano sempre davanti al loro negozio con macchine dalle quali fanno uscire musica ad alto volume a qualsiasi orario e il negozio non è costretto come il vicino ad assumere un buttafuori che governi il tono di voce dei proprio avventori

Sempre con loro / o davanti al loro negozio succedono puntualmente risse, in cui vengono spaccate a terra o in testa le bottiglie di birra in vetro. I gestori ovviamente quando capiscono che si mette male tirano giu la serranda e se ne vanno. A volte hanno provato anche a continuare a vendere birra in bottiglia dall’interno del nostro cortile. Questa loro possibilità di poter vendere il vetro causa un ciclo di fastidiose situazioni di cui siamo tutti stufi: gentaccia viene a comprare la birra da loro fresca e poco cara, si ubriacano perchè ne comprano tante, urinano in piazza e sui muri vicini, le lasciano in giro per tutta la piazza, le fanno cadere con chiasso, le spaccano, se le danno in testa, gridano e se le danno perchè ubriachi. Gli abitanti subiscono rumori e non riescono a dormire.

Al mattino alle 6 o alle 8 arriva il ragazzo che pulisce la piazza facendo anche lui rumore di vetri rotti per pulire il disastro lasciato e noi ci svegliamo con loro. Non contando che essendosi sparsa la voce che in piazza si beve tranquilli anche la domenica mattina ubriachi si ritrovano a fare schiamazzi sempre qui in piazzetta. Purtroppo noi abbiamo chiamato più e più volte carabinieri / polizia ma la situazione non cambia, non si prendono cura della situazione che si è venuta a creare e ci sentiamo impotenti di fronte ad una situazione di aggressione, gente maleducata e molte volte pericolosa che viene ignorata dalle istituzioni e contro le quali noi in prima persona non possiamo fare nulla.

Mi aspetto che per un periodo prolungato ci sia un controllo serio che riporti la piazza a poter vivere di schiamazzi sani”.

Lettera Firmata

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi