16 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza il caso dei profughi di via Asiago torna in TV. Residenti infuriati

Monza il caso dei profughi di via Asiago torna in TV. Residenti infuriati

9 Settembre 2016

“​Noi ci proviamo, parliamo con chi vive nel nostro palazzo,  purché vengano rispettate regole.  Sa quante volte mi sono sentita insultare o mi hanno sputato addosso perché chiedevo il rispetto delle regole di convivenza?”

È la voce di una residente di via Asiago a Monza, la palazzina di recente costruzione dove la Prefettura di Monza ha insediato oltre cento immigrati, alle telecamere della trasmissione televisiva “Dalla Vostra Parte”, su Rete Quattro. È la seconda volta che le telecamere si occupano della situazione di via Asiago, ieri sera in studio hanno partecipato un mediatore culturale e Ignazio La Russa che ha commentato “Bisogna ascoltare questi cittadini”. E i cittadini di via Asiago, che meno di un mese fa avevano visto i loro nuovi coinquilini rivolgersi al Prefetto di Monza con toni polemici,  a loro volta si dicono “Abbandonati dalle istituzioni” in una situazione che non volevano e a cui non erano preparati quando hanno deciso di acquistare casa in quella palazzina.

La Prefettura, che già ha predisposto un servizio di portierato h24 e risposto ai migranti di aver pensato al loro bene ricordando però loro il rispetto delle regole, è al lavoro per valutare meglio la situazione.  Il comune dal canto suo, in primis il Sindaco, si è sempre dichiarato non a favore della sistemazione di un così altro numero di profughi nella medesima struttura.

Al tempo stesso, questa settimana la Destra di Monza, si era detta pronta a bloccare la città con una manifestazione se le istituzioni non prenderanno al più presto una soluzione. (leggi qui)

“Succede oggi a Monza in via Asiago, ma è ormai un refrain cui assistiamo in tante città e in tante periferie. Mentre Alfano continua a minimizzare affermando che l’impatto dell’accoglienza dei migranti non è assolutamente gravoso, nelle nostre strade la tensione sale e si crea quel clima di conflitto e paura molto pericoloso”.

E’ il commento dell’Europarlamentare di Forza Italia Stefano Maullu in merito alla situazione di via Asiago, a Monza, dove le cronache odierne raccontano del malcontento dei residenti per gli oltre 130 richiedenti asilo ospitati in alcuni appartamenti gestiti dalla Trattoria Mercato.

“Mi viene da pensare che il Ministro Alfano le nostre città e i nostri territori non sappia nemmeno cosa siano – continua l’On. Maullu -. A Monza l’allarme proviene addirittura da tutte le forze politiche indipendentemente dall’appartenenza e questo certifica l’assolutezza di un’emergenza che non deve essere più trascurata. Si sveglino Alfano e Renzi, apra gli occhi un’Europa che fino ad ora ha fallito completamente nella gestione globale dei fenomeni migratori”.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi