17 Maggio 2021 Segnala una notizia
Monza-Darfo Boario 2-0. Solo la Pergolettese tiene il ritmo

Monza-Darfo Boario 2-0. Solo la Pergolettese tiene il ritmo

12 Settembre 2016

Due vittorie in due partite di campionato: solo la Pergolettese è a punteggio pieno come il Monza nel Girone B di Serie D.

 

I biancorossi, dopo aver preso a pallate il Lecco in riva al Lario, hanno superato col più classico dei punteggi il Darfo Boario nell’esordio tra le mura amiche dello stadio Brianteo. In totale fanno 7 gol fatti (secondo i referti arbitrali siglati da giocatori diversi) e nessuno subito. È ancora presto per gonfiare il petto, ma la sensazione è che la squadra allenata da Marco Zaffaroni confermerà il ruolo di grande protagonista del girone assegnatole dagli “addetti ai lavori”. La negatività che impregnava fino a tre mesi fa l’ambiente al centro sportivo Monzello e dintorni sembra scacciata del tutto. L’armonia pare regnare dentro e fuori la società: ieri una rappresentanza della squadra e la dirigenza al completo sono stati ospiti della festa degli ultras tenutasi a Villasanta, grazie alla quale sono stati raccolti oltre 4mila euro da devolvere ai terremotati del Centro Italia; per l’occasione tre cuochi della provincia di Rieti hanno cucinato l’amatriciana, il famoso piatto tipico di Amatrice, il paese più colpito dal sisma.

 

Oggi il clima di festa è proseguito nonostante il caldo e la esigua partecipazione di pubblico alla partita. La formazione camuna non è stata vista come uno spauracchio dai tifosi, ma in realtà doveva rappresentare un ostacolo duro da superare alla luce anche del 4-0 casalingo ottenuto domenica scorsa ai danni dalla Virtus Bolzano.

L’allenatore Ivan Del Prato non ha potuto disporre dell’esperto centrocampista Arioli, infortunato. Zaffaroni, invece, i giocatori li aveva tutti sani, ma Calviello e Guanziroli sono stati spediti rispettivamente in tribuna e in panchina perché indietro di condizione. Al contrario Ferrario è tornato titolare al posto di Barzotti dopo la panchina di Lecco dovuta a un pestone rimediato nel match di Coppa Italia di categoria perso con la Folgore Caratese. Oltre alla riconferma di Palesi a centrocampo si è registrato l’esordio dal 1’ di Adorni in difesa.

 

calcio-monza-darfo-boario-rigore-mbDopo i classici 10’ di studio la compagine brianzola affonda i colpi sprecando due palle-gol clamorose. Prima D’Errico serve una palla deliziosa in profondità per Palazzo che dalla linea di fondo mette in mezzo dove Tognazzi respinge in tuffo: sulla sfera si avventa Gasparri che dopo averla addomesticata la calcia clamorosamente alta. Poco dopo si assiste a una percussione centrale di D’Errico con conclusione respinta sui piedi di Ferrario che spara anche lui alto. Al 15′ di nuovo Ferrario calcia debolmente permettendo a Tognazzi di mostrarsi in un plastico volo. Ma al 21′ finalmente i biancorossi sbloccano il punteggio: Origlio si aggiusta la palla appena fuori dall’area e prova la botta gonfiando la rete; visto cosa il prodotto del vivaio torinista ha combinato anche a Lecco, è ufficiale che ha un sinistro mirabolante, da sfruttare quando capita l’occasione. La reazione della compagine del Comune di Darfo Boario Terme arriva al 25’ con Ademi che al volo impegna Battaiola. Al 34′ ancora un sinistro di Origlio da lontano va a sfiorare l’incrocio dei pali.

 

calcio-monza-darfo-boario-feste-mbNella ripresa non succede nulla di importante fino al 10′, quando le gambe di Galelli si incrociano nella sua area con quelle di Adorni che cade a terra: è rigore, che Ferrario trasforma, ed espulsione per l’attaccante neroverde in quanto ammonito dall’arbitro nuovamente dopo il cartellino giallo beccato nel finale di primo tempo. Al 15′ una conclusione da 30 metri di Panatti passa alta sulla traversa. 4’ dopo ci prova D’Errico da fuori, ma anche il suo tiro finisce alto. Al 22’ Barzotti rileva Ferrario in attacco mentre Del Prato inserisce il brasiliano Pià, 34 anni, ex giocatore in Serie A con Atalanta, Catania e Napoli. Al 26′ D’Errico aggiusta la mira, ma stavolta c’è Tognazzi che respinge. 2’ dopo Palazzo arriva a tu per tu con Tognazzi palla al piede, ma spreca la ghiotta occasione. Al 35’ Zaffaroni sostituisce Palesi con Cazzaniga, mentre tra gli ospiti entra Zoboli, difensore 35enne con trascorsi in Serie A nel Brescia, ma pure ex biancorosso per un anno e mezzo ai tempi della Serie C2 dell’amministratore unico Cesare D’Evant. Al 40′ un sinistro a giro di Gasparri termina a lato. Costa rileva Adorni e al 48′ Palazzo lanciato in profondità conclude debolmente. Finisce 2-0 e il risultato non fa una grinza.

 

In sala stampa Del Prato ha parlato bene dei biancorossi, facendo capire che solo il Monza può perdere il campionato: “È una squadra importante con una struttura importante. Tutti dicono che sia la squadra favorita al primo posto finale e oggi ha dimostrato che quanto si dice è vero. Però i campionati non si vincono a settembre. Per arrivare primi i brianzoli devono continuare a fare il gioco che sanno fare”.

 

calcio-monza-zaffaroni-mbPer Zaffaroni quella contro i bresciani “è stata una buona partita. Siamo partiti bene all’esordio in casa, ma una pecca l’abbiamo avuta: dovevamo sfruttare meglio alcune occasioni. Oggi qualche passettino in avanti l’abbiamo fatto, ma ogni settimana dobbiamo aggiungere qualcosa. I margini di miglioramento sono ancora tanti”. Zero gol subiti in due partite: che ne pensa? “In queste due gare Battaiola praticamente non è stato impegnato: è un aspetto importante, significa che la squadra ha un certo equilibrio”. Anche la condizione sembra già a buon punto: il Darfo Boario si è squagliato nella ripresa, seppur rimasto in dieci uomini… “Il caldo condiziona il rendimento in questo periodo dell’anno, però effettivamente la nostra condizione è buona”. Il sinistro di Origlio non è più un piede normale, è una certezza di danno per gli avversari… “Oggi gli è andata bene, ma anche lui deve aggiungere qualcosa al suo rendimento”. D’Errico si è confermato un altro giocatore rispetto a quello visto l’anno scorso… “Sto imparando a conoscerlo. Ha qualità enormi e le sta mettendo a servizio della squadra”. Il prossimo avversario, domenica prossima sempre alle ore 15 e sempre al Brianteo, sarà la Virtus Bolzano, unica squadra ancora a 0 punti assieme al Lecco e alla Grumellese… “Come il Darfo Boario è una neopromossa, una squadra da conoscere. Non va sottovalutato niente: bisogna arrivare dopodomani alla ripresa degli allenamenti per fare ancora meglio della settimana prima. Bisogna acquisire la mentalità del non accontentarsi”.

 

calcio-monza-origlio-mbA Origlio si è fatto notare che anche se l’arbitro del match di Lecco ha scritto nel referto che il quinto gol era di Santonocito, il fermo immagine dà la sensazione che la rete era sua… “Il dubbio rimane, ma va bene che la rete sia stata data a Santonocito che ne ha più bisogno di me”. Com’è stato l’esordio in casa? “Giocare al Brianteo non è semplice perché è un grande palcoscenico, con grandi tifosi, con un grande clima. Siamo scesi in campo convinti perché volevamo fare bella figura subito”. Fa parte del tuo bagaglio tecnico provare con frequenza il sinistro da lontano? “No. Però a me piace spingere sulla fascia e avendo D’Errico sulla mia tutto è più semplice e posso provarci”. Come ti trovi a Monza? “Bene, nonostante sia la mia prima esperienza in una squadra seniores. Siamo partiti col piede giusto”. Avevi altre opzioni oltre al Monza? “La chiamata del Monza è arrivata molto presto, ai primi di giugno. Trasferirmi qui mi allettava molto perché è una piazza importante, con un grande allenatore. Non potevo fare altro che accettare anche se nel frattempo mi erano arrivate altre chiamate importanti”. A chi dedichi il gol? “Innanzitutto a mio nonno, che oggi è venuto a vedermi da Torino, poi alla mia famiglia e ai tifosi”.

 

Venerdì prossimo alle 19 terminerà il mercato estivo per le società dilettantistiche: il Monza non effettuerà movimenti a meno che non si presenti un’opportunità molto interessante.

 

In settimana, intanto, si è provveduto a sostituire il dimissionario Paolo Monelli sulla panchina degli Allievi B: al suo posto è arrivato Francesco Farina, già allenatore nelle giovanili del Monza Brianza.

 

 

MONZA-DARFO BOARIO 2-0 (1-0)

MONZA (4-4-2): Battaiola; Adorni (42’ s.t. Costa), Ruffini, Riva, Origlio; Gasparri, Guidetti, Palesi (35’ s.t. Cazzaniga), D’Errico; Ferrario (22’ s.t. Barzotti), Palazzo. A disp.: Confortini, Caverzasi, Guanziroli, Perini, Ramponi. All.: Zaffaroni.

DARFO BOARIO (4-3-3): Tognazzi; Filippi, Kamalu, Bakayoko, Mingardi; Serlini (22’ s.t. Pià), Panatti, Forlani; Ademi (35’ s.t. Zoboli), Mattei (16’ s.t. Gjonaj), Galelli. A disp.: Poetini, Guarnieri M., Boroni, Pedersoli, Finato, Nibali. All.: Del Prato.

ARBITRO: Munerati di Rovigo.

MARCATORI: 21′ p.t. Origlio, 11′ s.t. Ferrario (rig.).

NOTE: calci d’angolo 3-1; ammonito Palazzo; espulso al 10’ s.t. Galelli per somma di ammonizioni; recupero 0′ e 3′; spettatori paganti 251 per un incasso di 2160 euro, abbonati circa 700.

 

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi