13 novembre 2018 Segnala una notizia
Lecco-Monza 0-5. Consolidato il gemellaggio tra tifoserie

Lecco-Monza 0-5. Consolidato il gemellaggio tra tifoserie

5 settembre 2016

Esordio roboante per il Monza nel campionato di Serie D: travolge il Lecco al “Rigamonti-Ceppi” mandando a segno cinque giocatori diversi. Vendica così la sconfitta per 0-5 subita al Brianteo in Serie C1 il 9 dicembre 2001.

Il risultato di oggi è però clamoroso fino a un certo punto: la società bluceleste versa in una grave crisi e finora ha allestito una rosa modestissima, composta perlopiù da ragazzi al massimo ventenni. Niente di paragonabile, insomma, al Lecco classificatosi secondo nell’ultimo campionato. A mettere un po’ di dubbi agli addetti ai lavori era stata lo scorso fine settimana la Coppa Italia di categoria: il Monza era stato sconfitto dalla Folgore Caratese mentre il Lecco aveva battuto l’Olginatese. La compagine lariana, tra l’altro, fino a oggi non aveva subito reti neppure nelle partite amichevoli…

 

calcio-lecco-monza-striscione-curva-mbInsomma, è iniziata nel migliore dei modi l’avventura dei biancorossi nel secondo campionato di Serie D della sua storia. Svanita definitivamente mercoledì scorso la possibilità di essere ripescati in terza serie, in seguito alla diffusione da parte del Tribunale amministrativo regionale del Lazio della sentenza riguardante il ricorso presentato dalla Paganese (è stata accolta la domanda cautelare e pertanto i campani sono stati ammessi  con riserva; la trattazione di merito del ricorso si terrà il prossimo 19 dicembre), gli uomini allenati da Marco Zaffaroni hanno pensato esclusivamente a questo esordio affascinante ai piedi del Resegone e anche la dirigenza (oggi presente col direttore generale Vincenzo Iacopino e col direttore sportivo Filippo Antonelli Agomeri ma non col presidente Nicola Colombo) ha rilanciato la sfida per “andare a comandare” ingaggiando due giocatori: il primo, il centrocampista Marco Perini, 31 anni, proveniente dall’Albinoleffe (già nel Monza Brianza nella prima metà della stagione 2014/15), nell’ultimo giorno di mercato per i professionisti; il secondo, il difensore Denis Caverzasi, 22 anni, proveniente dalla Caronnese, in questi primi 16 giorni di settembre riservati esclusivamente al mercato per i dilettanti. Entrambi sono stati presentati alla città, assieme ai compagni di squadra, allo staff tecnico e ai massimi dirigenti, l’altroieri in piazza Trento e Trieste nell’ambito di MonzaGP, la kermesse di contorno al Gran premio automobilistico di Formula 1.

 

Entrambi sono pure andati in panchina nel match di oggi, dove non hanno trovato spazio tra gli altri il centrocampista Calviello e l’attaccante Ferrario, il primo ancora a corto di condizione dopo l’infortunio patito a luglio e il secondo acciaccato. Zaffaroni ha dunque confermato Palesi in mezzo al campo e ha schierato Barzotti come punta. L’allenatore del Lecco, Stefano Cuoghi, lamentava invece l’assenza pesantissima dell’attaccante Cardinio, squalificato.

 

calcio-lecco-striscione-curva-mbDopo 5’ il Monza passa in vantaggio grazie a un bello spunto di D’Errico sulla sinistra: dopo aver fintato verso l’esterno il fantasista sterza all’interno e crossa in mezzo permettendo a Guanziroli di gonfiare la rete da due passi. Col risultato sbloccato così in fretta si respira aria di goleada, ma i biancorossi, invece di pigiare sull’acceleratore, preferiscono amministrare, lasciando la possibilità al Lecco di imbastire azioni che però vengono quasi sempre abortite per errori tecnici. Al 23′, comunque, Romano conquista palla sulla tre quarti, avanza qualche metro e scaraventa un bolide che finisce nella curva occupata dalla tifoseria locale, gemellata con quella brianzola. Come già avvenuto la scorsa stagione, del resto, gli ultras si scambiano striscioni camerateschi: “Dal lago alla Brianza, mentalità e fratellanza” mostrano i Sab, “Amici miei!” rispondono i Cani Sciolti. Al 26’, su corner di De Lucia, Rigamonti spizza di testa mandando a lato. Al 36′ una conclusione debole di Palazzo viene bloccata a terra da Sperduti.

 

calcio-lecco-monza-rigore-mbA inizio ripresa in campo c’è Adorni al posto di Guanziroli, non a posto fisicamente. Al 7′ gli ospiti raddoppiano: D’Errico batte un calcio d’angolo all’indietro centralmente per Guidetti che spara un missile respinto sui piedi di un nugolo di giocatori biancorossi lasciati clamorosamente liberi nell’area piccola: il primo ad avventarsi sulla sfera è Palazzo che insacca. 2’ dopo l’idolo della tifoseria brianzola manda fuori d’un soffio un colpo di testa su cross di un ispirato D’Errico. Al 14’ si chiude di fatto la partita: D’Errico calcia una punizione verso l’area dove Ruffini viene spinto da Mapelli sotto gli occhi dell’arbitro, che decreta il rigore; lo stesso D’Errico dal dischetto spiazza Sperduti e va a esultare sotto la tribuna. I padroni di casa crollano anche psicologicamente e il Monza non si fa intenerire: il 4-0 arriva al 23′ con un gran tiro di Guidetti da lontano che uccella Sperduti. Al 25′ si registra una conclusione angolata di Di Giovanni bloccata da Battaiola. Zaffaroni inserisce Cazzaniga per Palesi e dopo qualche minuto Santonocito per Palazzo. Quando sembra che tutti stiano aspettando con impazienza il triplice fischio giunge al 42’ il gol del 5-0: un pallonetto da lontano di Origlio beffa Sperduti sbattendo sul palo e superando la linea di porta; Santonocito la calcia per gonfiare la rete ma probabilmente la sfera era già entrata. Al 48′ si sfiora il 6-0 al termine di un contropiede, ma il diagonale di Santonocito si perde a lato.

 

In sala stampa il responsabile dell’area tecnica del Lecco, Tiziano Gonzaga, si è mostrato di pessimo umore: “Non mi aspettavo un risultato del genere, non mi aspettavo una partita del genere. Il gol subito dopo 5′ ci ha tagliato le gambe, quelli del 2-0 e del 3-0 ci hanno tolto dal campo. Sapevamo comunque che ci voleva tempo per diventare una squadra“.

 

calcio-lecco-cuoghi-gonzaga-mbSul banco degli imputati per la figuraccia è salito Cuoghi: “Complimenti al Monza perché ha fatto un’ottima gara, ma i conti si faranno alla fine. La colpa di questo 0-5 è esclusivamente mia, non dei giocatori, perché loro hanno fatto quello che avevo chiesto. Ho sbagliato io a impostare la partita. Loro hanno commesso degli errori, ma la colpa è della mia incapacità a preparare la partita. Io però vedo sempre il mezzo bicchiere pieno e allora dico che è meglio prenderli tutti assieme i gol che uno alla volta. Spero che i tifosi ci restino vicini. Cosa ho sbagliato nell’impostare la partita? Tantissime cose: l’elenco sarebbe lungo. Dico solo che ho sbagliato a far uscire i giocatori sui portatori di palla avversari. Squadra disastrosa? Solo il secondo tempo è stato veramente di basso livello. Il fatto che avevamo in campo otto ‘under’? Non mi interessa, quello è un alibi”.

 

calcio-folgore-caratese-monza-ravasi-zaffaroni-mbZaffaroni è stato come sempre di poche parole: “La prima partita è sempre un po’ particolare. Oggi giocavamo contro una squadra che aveva tanta carica agonistica. Abbiamo iniziato bene con un gol, poi abbiamo avuto un momento di pausa, quindi siamo riusciti a gestire la situazione. Nel secondo tempo siamo stati bravi ad arrotondare il punteggio. Il nostro obiettivo era quello di vedere a che punto siamo arrivati. Dobbiamo aggiungere più lavoro di gestione palla e per la fase difensiva. Nella prima parte della partita di oggi, infatti, si poteva gestire meglio la palla. Perché non ho sostituito D’Errico già ammonito? Perché Palazzo giocava con un dolore al polpaccio per un pestone e avevo già sostituito Guanziroli per un problema muscolare e Palesi perché era molto stanco”. Domenica prossima alle ore 15 il Monza esordirà al Brianteo contro il Darfo Boario: che avversari incontrerete? “La squadra bresciana ha tanti giocatori esperti, è una neopromossa che ha mantenuto l’intelaiatura dell’anno scorso. È un’altra partita dove bisognerà combattere”.

 

LECCO-MONZA 0-5 (0-1)

LECCO (3-5-2): Sperduti; De Lucia, Garofoli, Mapelli; Disarò (36’ s.t. Cioffi), Karamoko (15’ s.t. Raviotta), Riva Ri., Romano, Di Giovanni; Parravicini, Rigamonti (27’ s.t. Colombo). A disp.: Salvatori, Orlando, Meyergue, Benedetti, Tomasoni. All.: Cuoghi.

MONZA (4-4-2): Battaiola; Guanziroli (1’ s.t. Adorni), Ruffini, Riva Ru., Origlio; Gasparri, Guidetti, Palesi (28’ s.t. Cazzaniga), D’Errico; Barzotti, Palazzo (31’ s.t. Santonocito). A disp.: Confortini, Caverzasi, Costa, Perini, Ferrario, Ramponi. All.: Zaffaroni.

ARBITRO: Giordano di Novara.

MARCATORI: 5′ p.t. Guanziroli 7’ s.t. Palazzo, 14’ s.t. D’Errico (rig.), 23’ s.t. Guidetti, 42’ s.t. Origlio.

NOTE: calci d’angolo 3-5; ammoniti Romano, Garofoli, Mapelli, Rigamonti e D’Errico; recupero 2′ e 3′; spettatori circa 600.

 

calcio-lecco-monza-feste-giocatori-mb

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi

Ritrovato il ragazzo scomparso: immigrato lo aiuta. Era a Roma

E' stato ritrovato a Roma, Reda Kaoutari, il 15enne scomparso il 23 ottobre scorso. A segnalare la sua presenza nella capitale un uomo di origini marocchine.

Villasanta, infortunio sul lavoro: operaio ferito portato in ospedale

Ferito ad un braccio un dipendente della Alimeco. Sul posto con la massima urgenza gli uomini del 118.

Agguato alla prof del Floriani: il cerchio si stringe su due studenti

Dopo lunghe e approfondite indagini, a due settimane dal fattaccio, sarebbero state individuate in due studenti le responsabilità del gesto che ha portato la scuola alla ribalta della cronaca nazionale

Capannone trasformato in discarica abusiva alle porte della Brianza

La scoperta è del NOE dei Carabinieri di Milano: una vera montagna di spazzatura (60 tonnellate) composta in particolare da materie plastiche che avrebbe potuto essere data alle fiamme

Negozi storici, 1.427 in Lombardia. Ecco i “pionieri” della Brianza

Sono 18 mila in Lombardia, il 2,2% di tutte le imprese, rispetto al 1,2% in Italia. Sono concentrate a Milano e Monza con circa 10 mila.