21 Settembre 2020 Segnala una notizia
Inps, controlli sulle pensioni: necessario mettersi in regola entro il 14 ottobre

Inps, controlli sulle pensioni: necessario mettersi in regola entro il 14 ottobre

20 Settembre 2016

La dimenticanza è stata commessa in buona fede, ma adesso potrebbe costare cara. Il patronato Inas Cisl Monza Brianza ricorda infatti che c’è una scadenza importante da rispettare, quella del prossimo 14 ottobre.

Un termine, quest’ultimo, che riguarda quasi due milioni di pensionati in tutta Italia e, verosimilmente, 3-4mila nella provincia di Monza e Brianza. Perché da una verifica fra l’Inps e la Federazione dei pensionati a livello nazionale è emerso che moltissimi pensionati non hanno fornito le dichiarazioni per i redditi relativi al 2012 e 2013. Un errore che ora è possibile correggere fino appunto al 14 ottobre. La legge prevede che il pensionato comunichi ogni anno i redditi all’Inps tramite dichiarazione dei redditi o modello Red. Quest’ultima è un’autocertificazione che il pensionato deve inviare personalmente, solo per via telematica, o tramite un centro di assistenza fiscale.

L’Inps, con un recente messaggio, ha comunicato di aver ricostituito a livello centrale le pensioni per le quali, a oggi, non risultavano registrati negli archivi i redditi del pensionato e/o del coniuge, degli anni 2012 e 2013. In conseguenza dell’omessa dichiarazione, la ricostituzione ha determinato la revoca delle prestazioni pensionistiche legate al reddito. I recuperi impostati a livello centrale saranno avviati dalla rata di pensione di dicembre 2016.  A tutti i soggetti interessati da questa campagna viene inviata un’apposita comunicazione da parte dell’istituto previdenziale.

I destinatari di queste comunicazioni avranno tempo fino al 14 ottobre 2016 per trasmettere all’Inps una «ricostituzione», ovvero la dichiarazione reddituale degli anni 2012 e 2013, nonché, per un’informazione completa, anche quelle relative al 2014 e 2015. La richiesta può essere inviata all’Inps tramite il patronato Inas Cisl. L’eventuale revoca riguarda le integrazioni al minimo, le pensioni di reversibilità, le maggiorazioni sociali, le invalidità civili e altre prestazioni collegate ai redditi.

Gli assegni al nucleo famigliare erogati sulle pensioni non sono invece interessati dall’applicazione della revoca. Le verifiche hanno interessato solo i due anni in oggetto. Ciò significa che la pensione in pagamento oggi non subisce variazioni se le comunicazioni reddituali relative agli anni successivi sono state regolarmente consegnate. Qualora la dichiarazione non venga resa entro il termine sopra specificato, l’Inps procederà alla revoca in via definitiva delle prestazioni pensionistiche collegate al reddito e al recupero delle somme indebitamente percepite.

Foto archivio MBNews

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Grande Fratello Vip, Fausto Leali “colpisce ancora”: polemica per una frase razzista

Il cantante lesmese, concorrente del GF VIP, continua a fare parlare di sé.

Referendum, la Brianza alla urne. Alle ore 23 di domenica affluenza del 39,68%

Oggi, domenica 20 settembre, e domani lunedì 21, brianzoli, e non solo, sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto al referendum del taglio dei parlamentari.

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Anche a Lesmo studente positivo al Covid19. In Lombardia in quarantena 39 classi

L'Ats ha creato delle corsi preferenziali per effettuare il tampone. 5 sono in Brianza.

Concorezzo, contributi economici per i servizi di asilo nido: ecco come fare richiesta

La domanda potrà essere presentata fino al 9 ottobre 2020.