Attualità

Gp di Monza, lotta ai bagarini: multe fino a 500 euro

L'Amministrazione ha deciso di adottare il pugno di ferro contro i bagarini intesidicando i controlli e con multe salate.

gran-premio-gp-f1-pubblico-mb

Si scaldano i motori del Gran Premio di Formula 1 a Monza. La manifestazione sportiva, in agenda per il 4 settembre, è l’evento che più di ogni altro richiama turisti e tifosi nella città di Teodolinda.  Ed è proprio in ragione delle positive ricadute economiche (25 milioni di euro di indotto), sociali e culturali che tale evento proietta sul territorio, che l’Amministrazione comunale ha deciso di adottare il pugno di ferro contro i bagarini. Intensificazione dei controlli e multe salate: questi gli ingredienti dell’ordinanza emessa dal primo cittadino, Roberto Scanagatti.

“Compito del sindaco è porre in essere ogni azione utile a garantire l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana – recita il provvedimento - in occasione di precedenti eventi musicali e/o sportivi hanno fatto la propria comparsa presso le aree interne ed esterne del Parco, presso le biglietterie, presso i vari parcheggi interessati agli eventi e presso le stazioni ferroviarie cittadine, diverse decine di soggetti abusivamente esercitanti l’attività di compra-vendita di biglietti (cd. “bagarini”) per l’evento programmato; tali soggetti esercitano questa attività stazionando a piedi ai lati delle strade tenendo in mano o appesi al collo cartelli indicanti la propria attività di compravendita dei biglietti d’ingresso, causando distrazione negli automobilisti e conseguente pericolo per l’integrità fisica della popolazione.  – e ancora – L’approccio dei bagarini è frequentemente molesto, invasivo ed idoneo ad ingenerare nella popolazione timore per la propria incolumità fisica“.

Per tutti questi motivi, il documento emesso vieta su tutto il territorio comunale, al di fuori delle biglietterie e delle agenzie autorizzate, la compra-vendita di biglietti per il Gran Premio d’Italia di Formula 1 (il divieto sarà vigente nei giorni 1-2-3-4 settembre). In caso contrario le multe andranno da 25 a 500 euro.

Più informazioni
commenta